menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castelletto: si accorge di essere stata truffata solo quando le hanno ripulito casa

Le ha fatto credere di dover annotare la lettura del contatore dell'energia elettrica e di quello del gas, situato in cucina. Con questo escamotage è riuscito a lasciare la porta d'ingresso aperta e la via libera a un complice

Ieri mattina una volante del commissariato Centro è intervenuta in corso Paganini a Castelletto dove era stata segnalata una truffa. È stata la vittima a chiamare il 113, una signora di 89 anni che poco prima aveva lasciato entrare in casa un finto operaio.

L'uomo le aveva fatto credere di dover annotare la lettura del contatore dell'energia elettrica e del contatore del gas, situato in cucina. Con questo escamotage era riuscito a lasciare la porta d'ingresso aperta e la via libera a un complice che, introdottosi nell'appartamento, aveva frugato in un cassetto del comò riuscendo a impossessarsi di alcuni gioielli per un valore di circa 20 mila euro.

Soltanto dopo aver sorpreso in ingresso il complice del finto operaio con in mano una cornice esposta in camera da letto, la vittima è riuscita ad allontanare i due dall'abitazione e a rendersi conto di aver subito un furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento