menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si finge amica della figlia e le svuota la cassaforte

Via Paolo della Cella, ennesima truffa ad anziani

«Sono un'amica di sua figlia, posso entrare?». Con queste parole una donna si è fatta aprire la porta di casa da una pensionata di via Paolo della Cella, sulle alture di Genova tra Castelletto e Oregina.

La truffatrice si è intrattenuta con l'anziana signora facendola parlare della figlia, intanto una complice è entrata in camera da letto e ha aperto la cassaforte. Circa duemila euro il bottino, tra denaro contante e i gioielli di famiglia.

In situazioni come queste, le tecniche utilizzate dai truffatori possono essere molteplici. Di solito, ma non sempre, i malviventi agiscono in coppia: il primo entra e finge di chiudere la porta d'ingresso in modo da far entrare il complice pochi istanti dopo. Oppure il primo truffatore, una volta entrato, dopo qualche minuto si allontana con una scusa e va ad aprire la porta al secondo.

Gli investigatori, che stanno cercando di identificare le due malviventi, raccomandano di non aprire mai a persone che non si conoscono e di cercare di verificare sempre l'identità degli sconosciuti prima di farli entrare in casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento