Cronaca Via Petronio

Casarza: acqua non conforme, ordinanza del sindaco

Nella falda è stato trovato metil-t-butil-etere, composto chimico ossigenato appartenente alla classe degli eteri, impiegato come antidetonante al posto del piombotetraetile e degli altri additivi a base di piombo nelle benzine

L'Amministrazione comunale di Casarza Ligure ha avvertito la popolazione che a seguito delle analisi effettuate in nome e per conto della società dell'acqua potabile è stata predisposta l'ordinanza numero 20 protocollo 7930 del 31/08/2015 con la quale in via precauzionale si vieta l'uso dell'acqua ai fini alimentari nel comune escluso Bargone e Costa di Bargone.

Nello specifico si pone il divieto dell'uso per:

- la cottura di alimenti;
- l'uso potabile;
- preparazione di alimenti in cui l'acqua sia ingrediente significativo;
- disinfezione di apparecchi elettromedicali;
- irrigazione di orti e frutteti

Gli usi consentiti sono:

-tutte le operazioni di igiene personale (escluso lavaggio denti) e domestica

Trattasi di MTBE (sigla di metil-t-butil-etere, nome di un composto chimico ossigenato appartenente alla classe degli eteri, impiegato come antidetonante al posto del piombotetraetile e degli altri additivi a base di piombo nelle benzine) presente nella falda che non rientra nelle sostanze cancerogene per l'uomo (IARC) e non è dotata di tossicità, bensì ha proprietà tali però di alterare profondamente dal punto di vista organolettico le qualità delle acque in quanto fortemente odorigena.

Tutto ciò fino a revoca dell'ordinanza.

Nel frattempo è stato attivato un servizio di approvvigionamento acqua in punti sensibili del territorio comunale: centro, Francolano e Bargonasco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarza: acqua non conforme, ordinanza del sindaco

GenovaToday è in caricamento