«Chiudere i covi fascisti», Genova Antifascista rivendica il raid contro Casapound

Nella notte il lancio di vernice rossa contro la sede del gruppo di estrema destra, in via Montevideo. Ore dopo la rivendicazione via Facebook

La foto postata da Genova Antifascista

«Chiudere tutti i covi fascisti, adesso»: così i militanti di Genova Antifascista hanno rivendicato via Facebook il raid vandalico contro la sede di Casapoung in via Montevideo, alla Foce.

Il messaggio è comparso sui social network nel pomeriggio di martedì, ore dopo che ignoti hanno lanciato della vernice rossa contro la saracinesca della sede del gruppo di estrema destra. 

«Rivendichiamo l’atto di giustizia verso la città di Genova, medaglia d’oro della Resistenza e i suoi cittadini. Vernice rossa contro Casapound - si legge nel post -  Rossa come l’amore per l’antifascismo; valore intrinseco alla nostra Costituzione, il sentimento che muove le nostre azioni. Rossa come il sangue che è stato versato da un compagno vilmente accoltellato da un gruppo di naziskin con i risaputi metodi da far west provenienti proprio da quella sede; l’infamia delle lame non si perdona».

Il riferimento è all’aggressione avvenuta a gennaio 2018, quando alcuni militanti di Genova Antifascista avevano denunciato di essere stati aggrediti da un membro di Casapound mentre distribuivano volantini in piazza Tommaseo.

«Rossa come la rabbia che ci infiamma nel vedere questi covi riconosciuti e protetti; questa rabbia la cavalcheremo fino al raggiungimento del nostro obiettivo - proseguono da Genova Antifascista - la chiusura di tutte le sedi dei gruppi di ultradestra presenti sul territorio. Per queste ragioni rinnoviamo l'invito a tutti gli antifascisti della città per la partecipazione al Corteo Antifascista che si terrà Sabato 27 Ottobre a Savona».

Le indagini sull’accaduto sono state affidate alla Digos.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento