menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valpolcevera, una via per il professor Roberto Carmarino

Il Consiglio comunale di Genova oggi ha approvato all'unanimità la mozione presentata dal consigliere del Partito Democratico Claudio Villa nella seduta di mercoledì 30 luglio

Una via o una piazza in memoria del professor Roberto Carmarino, possibilmente in Valpolcevera. Il Consiglio comunale di Genova oggi ha approvato all’unanimità la mozione presentata dal consigliere del Partito Democratico Claudio Villa nella seduta di mercoledì 30 luglio 2019. La proposta è stata sostenuta da un gruppo di ex allievi, da esponenti del mondo della scuola e dello sport.

Per quarant’anni Carmarino è stato un carismatico educatore che ha saputo valorizzare lo sport della pallavolo come strumento pedagogico e sociale, richiamando anche giovani di altri quartieri. Nello svolgimento della sua attività formativa ed educativa ha saputo coniugare il mondo dello sport e quello della scuola, offrendo una vera alternativa a tanti giovani distolti da una crescita sana. La sua figura, per l’alto senso civico e morale che ha espresso, è ricordata con affetto e riconoscenza dalle molte persone che hanno avuto la possibilità di raccogliere il suo insegnamenti.

Nato nel 1922 a Rivarolo, nel quartiere di Certosa, Carmarino ha insegnato per quasi tutta la vita nell’odierna scuola media “Ugo Foscolo”. Un incidente in palestra lo aveva condannato a muoversi con l’aiuto del bastone. La causa era stato il suo gesto generoso di afferrare un ragazzo scivolato dall’alto di una pertica. La sua attività proseguiva nella palestra di Rivarolo come insegnante di pallavolo, formando atleti che hanno proseguito in ogni categoria, alcuni vestendo la maglia azzurra, come allenatori, dirigenti sportivi o arbitri. CSI Volley, Italsider, Gargano, VBC Genova, Amatori Volley sono alcuni dei nomi delle più importanti società che si sono affermate nel panorama agonistico nazionale partendo da Piazza Pallavicini. Da lì sono partite anche formazioni giovanili che si sono distinte in campo nazionale: quella delle ragazze che nel 1969 si sono aggiudicate l’argento ai Giochi della Gioventù e i ragazzi che l’anno successivo hanno conquistato lo scudetto tricolore nel campionato nazionale allievi.

Carmarino, scomparso nel 1997, ha realizzato un progetto educativo di ampio respiro sociale al servizio delle famiglie e della comunità. «Ricordare il suo esempio con dovuto onore - ha scritto il consigliere del Pd Claudio Villa è un riconoscimento alla persona, al territorio, ma è
anche dare valore alla memoria e alla storia di tutti noi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento