menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carlo Felice: prevale la linea dura, salta la 'Carmen'

A seguito della decisione di due organizzazioni sindacali dei dipendenti del teatro di effettuare tre giorni di sciopero, il Carlo Felice ha annunciato la cancellazione della prima e delle due repliche successive della Carmen

A seguito della decisione di due organizzazioni sindacali dei dipendenti del teatro di effettuare tre giorni di sciopero, il Carlo Felice ha annunciato la cancellazione della prima e delle due repliche successive della Carmen, in programma per venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 maggio.

Il presidente della Fondazione Marco Doria e i consiglieri Silvio Ferrari, Stefano Franciolini, Sergio Maifredi, Mario Orlando hanno così commentato la notizia dello sciopero:

«La decisione dello sciopero di tre giorni assunta dalle rappresentanze Cgil e Cisl dei dipendenti del Carlo Felice danneggia gravemente il teatro. Non sarà infatti possibile mandare in scena la prima e le successive due repliche della “Carmen” in programma, interrompendo così una stagione di grande impegno e di buoni risultati di pubblico e di critica».

«Il ricorso allo sciopero da parte delle due Organizzazioni sindacali, peraltro non condiviso dalle altre, è molto grave e non si comprende neppure in una logica di trattativa tra le parti.
La bozza di piano di risanamento è stata predisposta dal Consiglio di amministrazione sulla base della legge Bray e portata all’attenzione del commissario straordinario».

«Come prevede la stessa legge, il piano definitivo deve essere accompagnato da un accordo sindacale ed è quindi proprio nel confronto sulla bozza di piano che i sindacati possono far valere le proprie esigenze.
In questo senso il Presidente della Fondazione ha manifestato la piena disponibilità ad un confronto nel merito senza pregiudiziali. Tale impegno era contenuto anche nel testo consegnato alle Organizzazioni sindacali nell’incontro di martedì 6 maggio ed è stato ulteriormente ribadito in una nota consegnata ieri in cui si invitavano le rappresentanze a un nuovo incontro da tenersi la prossima settimana».

La Direzione del Teatro Carlo Felice ha comunicato che sarà possibile richiedere il rimborso dei biglietti delle prime tre rappresentazioni della “Carmen” o il cambio per altra data in base alla disponibilità di posti.

I rimborsi saranno effettuati secondo due modalità: rimborso immediato al botteghino a fronte della presentazione del biglietto, oppure tramite invio del biglietto a mezzo posta (Teatro Carlo Felice – Biglietteria, Passo Montale 4 – 16121 Genova) con l’indicazione del codice IBAN ai fini dell’accredito bancario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento