menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carignano: inaugurato nuovo consultorio familiare

Si tratta di un servizio che garantisce servizi nell'area della salute sessuale, riproduttiva e psicologica della donna, dei minori, delle coppie e delle famiglie

Inaugurati questa mattina i nuovi locali del Consultorio Familiare Asl 3 genovese di via Rivoli alla presenza dell'assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale e dell'assessore alle Politiche Socio-sanitarie del Comune di Genova Emanuela Fracassi.

Il Consultorio familiare di Carignano - che fa parte del circuito dei Consultori territoriali Asl 3 diretti dalla dottoressa Viviana Napoli e che si compone di 17 sedi (11 urbane e 6 extraurbane) - è un servizio che garantisce servizi nell'area della salute sessuale, riproduttiva e psicologica della donna, dei minori, delle coppie e delle famiglie.

Nel 2015 sono stati 65.782 gli utenti che si sono rivolti alla rete consultoriale Asl 3 per un totale di 295.085 prestazioni erogate, con un incremento, rispetto al 2014, sia di utenti (n. 5.273) che di prestazioni (n. 30.928). «Un luogo dove i bisogni delle famiglie e delle donne in particolare trovano una risposta professionale e in un contesto sereno e accogliente – ha dichiarato l'assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale – i servizi comprendono tutte le tematiche che possono interessare, nell'arco della vita, una donna: dalle adozioni e affidamenti familiari, dall'autismo al percorso nascita, all'accompagnamento nei momenti difficili. Qui davvero si ricostruisce un patto di fiducia tra istituzioni e cittadino».

Ulteriore novità del Consultorio, presentata nell'ambito dell'evento, è rappresentata dalla nuova sede del Nucleo Adozioni e del Servizio Psicologico per l'Affidamento familiare. Attività condotte in stretta collaborazione con il Comune di Genova e i 39 Comuni limitrofi afferenti al territorio di competenza dell'Asl 3 genovese, ora in via Rivoli e prima ospitate nella sede di Rivarolo.

«Il lavoro di rete - spiega Emanuela Fracassi, assessore alle Politiche Socio-sanitarie del Comune di Genova - che viene svolto tra i distretti socio- sanitari e i servizi sociali e socio-educativi dei comuni e del terzo settore è fondamentale. Integrare le competenze, come è successo con l'équipe adozioni e con quella dedicata al percorso dell'affido, è la strada da seguire per poter intervenire precocemente fin dal momento in cui si presentano le problematiche, per poter avviare insieme un lavoro di prevenzione, soprattutto in aiuto delle donne che rappresentano quasi sempre il centro sul quale gravano le difficoltà di tutta la famiglia. Quando, come in questo caso, ma come auspichiamo possa succedere in tutti i settori delle nostre competenze, si riesce a realizzare l'integrazione tra questi due tipi di interventi, il servizio fornito a livello territoriale può raggiungere livelli e prospettive davvero alti ed importanti».

Nell'ambito del Consultorio di via Rivoli sono attive equipe multidisciplinari di specialisti che lavorano attivamente offrendo percorsi preventivi e diagnostico terapeutici integrati con il territorio. «Oggi – spiega Luciano Grasso, commissario straordinario dell'Asl 3 genovese – portiamo all'attenzione della comunità un ulteriore intervento di potenziamento della rete territoriale, che fa seguito ad altre iniziative attuate nell'area metropolitana riferite al miglioramento dei servizi offerti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento