Cronaca

Carige: Berneschi patteggia, disposta la confisca di 21,9 milioni di euro

L'indagine partì nel luglio 2013 dopo un'ispezione dei conti di Carige da parte della Banca d'Italia

L'ex presidente di Banca Carige, Giovanni Berneschi, ha patteggiato una pena di 2 anni e 10 mesi per il dissesto dell'istituto di credito. Berneschi era accusato di riciclaggio, falso e associazione per delinquere finalizzata alla truffa. Il giudice inoltre ha deciso la confisca di 21,9 milioni di euro. Patteggiamenti anche per altri quattro imputati.

L'ex capo del settore assicurativo di Carige, Ferdinando Menconi, ha patteggiato 2 anni e sei mesi con pena sospesa. L'immobiliarista Ernesto Cavallini e l'imprenditore Sandro Calloni hanno patteggiato due anni e il commercialista Andrea Vallebuona un anno e 11 mesi. Il patteggiamento è stato ratificato dal gup Raffaella Mascarino, nell'indagine del pm Paolo Filippini. Rinviati a giudizio altri imputati minori, ma la prescrizione arriverà a novembre 2021.

Tre anni fa la Corte d'Appello di Genova aveva inflitto pesanti pene agli imputati, fra cui 8 anni e 7 mesi a Berneschi. Ma l'indagine era stata trasferita da Genova a Milano, dopo che la Cassazione nell'ottobre 2019 aveva azzerato il processo, spostando il fascicolo a Milano per competenza territoriale.

L'indagine partì nel luglio 2013 dopo un'ispezione dei conti di Carige da parte della Banca d'Italia. Secondo la procura di Genova, Berneschi e Menconi avevano fatto acquistare da Carige Vita Nuova immobili e quote societarie a prezzi gonfiati, le cui plusvalenze venivano poi reinvestite in Svizzera attraverso società schermo per un totale di oltre 21 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carige: Berneschi patteggia, disposta la confisca di 21,9 milioni di euro

GenovaToday è in caricamento