Cronaca Marassi / Piazzale Marassi

Detenuto tenta il suicidio a Marassi

Il giovane è stato salvato dagli agenti della polizia penitenziaria, che tornano a lamentare la carenza di organico della categoria. Il carcere di Marassi ospita quasi il doppio dei detenuti previsti

Un detenuto, ristretto nel carcere di Marassi, ha tentato il suicidio. Il giovane, un 28enne di origini romene, non è riuscito a portare a termine il gesto estremo per l'intervento degli agenti di polizia penitenziaria. L'episodio, avvenuto nella serata di martedì 16 maggio 2017, è stato reso noto da Fabio Pagani, segretario Regionale della Uilpa Polizia Penitenziaria.

«L'uomo è stato salvato dagli agenti della Penitenziaria mentre erano già evidenti i primi segni del soffocamento», racconta Pagani, che poi si rivolge al Santo Padre «Sabato 27 maggio venga in carcere e benedici questi eroi, sperando che anche ministro e Capo del Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria ndr.), siano a Genova per percepire l'urgenza e la necessità di procedere alle assunzioni nella polizia penitenziaria i cui organici registrano vacanze per circa 6.500 unità. Solo a Marassi la carenza in organico è pari a 150 unità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto tenta il suicidio a Marassi

GenovaToday è in caricamento