Cronaca Marassi / Piazzale Marassi

Marassi: detenuto dà fuoco alla cella e sputa ai poliziotti intervenuti

Tensione al carcere di Marassi dove un detenuto 34enne ha dato fuoco alla propria cella. Alcuni poliziotti intervenuti per salvarlo sono stati accolti da sputi e insulti, ma sono riusciti a portarlo via dal rogo

Incendio in cella mercoledì sera nel carcere di Marassi. Un detenuto 34enne di origine tunisina ha volontariamente appiccato il rogo dopo aver contattato l'agente in servizio per chiedere, «in modo piuttosto agitato» informano dal penitenziario, una ulteriore dose di terapia.

Dopo pochi minuti ha appiccato fuoco alla cella e ha cominciato a sputare ai poliziotti intervenuti per trarlo in salvo. Le operazioni di salvataggio e spegnimento dell'incendio si sono concluse con esito positivo, ma si è temuto il peggio.

Il detenuto dopo una visita medica alla locale infermeria è stato trasferito in un'altra cella perché la sua era ormai inagibile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marassi: detenuto dà fuoco alla cella e sputa ai poliziotti intervenuti

GenovaToday è in caricamento