rotate-mobile
Cronaca Carasco

Mangia la salsiccia e soffoca: il vicino di tenda gli salva la vita

Panico nel campeggio di Carasco dove un uomo di 61 anni stava rischiando di morire per un barbecue, ma un turista che conosceva la manovra di Heimlich lo ha salvato

Rischiava di soffocare per un pezzo di salsiccia andato di traverso ma il vicino di tenda mantenendo il sangue freddo è riuscito ad evitare il peggio. È accaduto nel campeggio di Carasco, nella zona di Rivarola in via Conturli, dove un uomo di 61 anni è stato salvato grazie alla manovra di Heimlich.

Stava facendo un barbecue con la famiglia quando l'uomo ha iniziato a sentirsi male e si è portato le mani al collo: aveva un boccone incastrato in gola. In pochi secondi è diventato cianotico e non riusciva a respirare. Intorno a lui si è scatenato il panico, ma un turista italiano, impavido, lo ha afferrato per il petto e ha iniziato ad eseguire la manovra, una tecnica di primo soccorso che serve a rimuovere eventuali ostruzioni delle vie aeree. 

Dopo quattro o cinque tentativi il signore ha sputato il boccone e il turista ha mollato la presa: il 61enne ha iniziato lentamente a respirare. Quell'uomo gli ha salvato la vita. Sul posto è arrivata l'automedica Tango1 e la Croce rossa di Cogorno che ha trasportato il vacanziere in codice rosso all'ospedale di Lavagna.

I sanitari hanno ringraziato il turista che con la sua intraprendenza e conoscenza della manovra di Heimlich ha evitato una tragedia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangia la salsiccia e soffoca: il vicino di tenda gli salva la vita

GenovaToday è in caricamento