Cronaca

I carabinieri celebrano la Virgo Fidelis

Tradizionale commemorazione a Genova, con messa celebrata dal cardinale Angelo Bagnasco che - a margine della cerimonia - ha auspicato un embargo planetario contro chi finanzia i terroristi

Tradizionale commemorazione a Genova per la Virgo Fidelis, patrona dell'Arma dei Carabinieri, giornata che rappresenta anche il 74esimo anniversario della battaglia di Culqualber (in quell'occasione il I Gruppo Mobilitato dei Carabinieri si immolò quasi completamente) e dell'eccidio del maresciallo Vittorio Battaglini e del carabiniere Mario Tosa, uccisi 36 anni fa dalle Brigate Rosse in via Monti.

Questa mattina alle 10,30 - nella chiesa della S. Annunziata di Sturla - è stato il cardinale Angelo Bagnasco a celebrare la messa, alla presenza delle massime autorità cittadine e dei familiari dei Caduti dell'Arma. Prima ancora, a Sampierdarena, è stata deposta una corona da parte del generale Carra alla lapide che ricorda il sacrificio del maresicallo Battaglini e del carabiniere Tosa.

È stata anche l'occasione per celebrare la Giornata dell'Orfano, che rappresenta un momento di concreta vicinanza alle vedove e ai figli dei carabinieri caduti.

Il cardinale Bagnasco ha speso anche qualche parola - a margine della cerimonia - per commentare la situazione internazionale, auspicando un embargo a livello planetario contro chi finanzia i terroristi dell'Isis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri celebrano la Virgo Fidelis

GenovaToday è in caricamento