menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capodanno 2020, spray urticanti e botti vietati

Tutte disposizioni del Comune: modifiche alla circolazione, ai trasporti pubblici e limitazioni al consumo di bevande in contenitori di vetro o metallici

Niente botti e niente spray al peperoncino in occasione dei festeggiameni per il Capodanno 2020. Il Comune di Genova ha emesso un'ordinanza che contiene una serie di misure importanti per la sicurezza di chi festeggerà il nuovo anno in piazza nella lunga festa che occuperà le serate dei genovesi, dei turisti e degli ospiti della città, dal 29 al 31 dicembre, con tre notti di musica declinata per tutti i gusti. Dalle modifiche della viabilità al divieto di circolazione e di sosta, dalle misure in tema di botti e fuochi d’artificio a quelle per l’utilizzo dei contenitori in vetro.

«Offriremo ai genovesi e ai tanti turisti che sono ospiti della città - spiega l’assessore ai Grandi Eventi Paola Bordilli -uno spettacolo lungo tre notti e in diverse location. Il cuore sarà naturalmente piazza De Ferrari, ma la città si accenderà anche con gli appuntamenti al Porto Antico e con le tante iniziative previste nella Notte di San Silvestro in via Garibaldi, a Palazzo Ducale. Abbiamo pensato a una serie di provvedimenti per salvaguardare l’incolumità pubblica e perché il divertimento sia sicuro e sano. Imponente anche lo sforzo per assicurare un servizio pubblico che consenta ai cittadini e ai turisti di muoversi in città. Con il mio collega Matteo Campora, per quanto riguarda il servizio Amt, abbiamo deciso di estendere le corse fino alle ore 4, un’ora in più rispetto allo scorso anno. La Metro nella notte di San Silvestro funzionerà non stop. Anche il servizio taxi è stato potenziato. Vorrei ringraziare tutti coloro - e sono tanti - che hanno lavorato e lavoreranno per la buona riuscita di questo Capodanno lungo tre giorni».

Capodanno 2020, modifiche a circolazione e sosta

Divieto di sosta e di fermata temporaneo dalle ore 7 di domenica 29 dicembre 2019 alle ore 8 di mercoledì 1° gennaio 2020 su ambo i lati delle vie Dante, Vernazza, Petrarca e Ceccardi.

Divieto di transito e di sosta anche in piazza De Ferrari dalle ore 16 del 29 dicembre alle ore 5 del 30 dicembre (e comunque fino a cessate esigenze) e dalle ore 16 del 30 dicembre alle ore 5 del 31 dicembre e dalle ore 16 del 31 dicembre alle 8 del 1° gennaio.

Divieto di sosta e di fermata temporaneo, infine, dalle ore 19 di martedì 31 dicembre 2019 alle ore 8 di mercoledì 1° gennaio 2020 in via Gramsci, controviale altezza Darsena, nelle aree di sosta blu area e Bus Turistici.

Potenziamento servizio taxi Capodanno 2020

Il Servizio taxi sarà potenziato con circa 160 auto in più il 29 e 30 dicembre; con 300 auto in più il 31 dicembre. Ciò grazie ad una diversa modulazione degli orari e dei i turni  assegnati ai concessionari per garantire un servizio taxi adeguato durante le giornate dal 29 dicembre 2019 al 1° gennaio 2020, in cui si prevede un significativo aumento della mobilità cittadina soprattutto nelle ore pomeridiane, serali e notturne. Con il divieto di transito in Piazza De Ferrari, il parcheggio taxi sarà in via Ceccardi e in via Dante.

Capodanno 2020: bus, metro e servizi Amt

In occasione dei festeggiamenti per la fine dell’anno, nelle serate di domenica 29, lunedì 30 e martedì 31 dicembre, Amt ha previsto una serie di intensificazioni al servizio per agevolare i cittadini che vorranno raggiungere il centro con i mezzi pubblici per partecipare agli eventi in programma.

  • Autobus domenica 29 e lunedì 30 dicembre: previsto il collegamento con le direttrici principali fino alle ore 2.30 del mattino: da via Ceccardi partiranno bus speciali diretti verso il Levante, la Valbisagno, il Ponente e la Valpolcevera.

  • Autobus martedì 31 dicembre: previsto il collegamento con le direttrici principali fino alle ore 4.00 del mattino: da via Ceccardi partiranno bus speciali diretti verso il Levante e la Valbisagno; da via Gramsci/Darsena partiranno bus speciali diretti verso il Ponente e la Valpolcevera.

  • Metropolitana domenica 29 e lunedì 30 dicembre: la metropolitana effettuerà l’ultima corsa da Brignole alle ore 2.30 e da Brin alle ore 2.06.

  • Metropolitana martedì 31 dicembre: la metropolitana sarà in servizio non stop per tutta la notte.

  • Ascensore Castelletto Levante: domenica 29 e lunedì 30 dicembre sarà aperto fino alle ore 2 del mattino, martedì 31 dicembre sarà invece aperto fino alle ore 3.

  • Per le variazioni temporanee di percorso delle linee bus si rimanda al sito di Amt

Capodanno 2020, tutti gli eventi: cosa fare e dove andare a Genova

Capodanno 2020: vietati botti, fuochi d'artificio e spray urticanti

In occasione del «Tri-Capodanno», l'amministrazione comunale richiama tutti i cittadini al rigoroso rispetto delle norme per evitare danni alle persone e agli animali e garantire la sicurezza. Su tutto il territorio cittadino, dalle ore 19.30 del 29 dicembre alle ore 7 del 30 dicembre, dalle ore 19.30 del 30 dicembre alle ore 7 del 31 dicembre e dalle ore 19.30 del 31 dicembre alle ore 7 del 1° gennaio sarà quindi vietata la detenzione di ogni tipo di artificio pirotecnico o materiale esplodente in area pubblica e/o aperta al pubblico.

Il Comune richiama anche l’articolo 21 del Regolamento di polizia urbana che pone, fra gli altri, il divieto di fare esplodere botti o petardi di qualsiasi tipo in tutti i luoghi, coperti o scoperti, pubblici o privati in cui si svolgono manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico di qualsiasi tipo, nonché in tutte le vie, piazze ed aree pubbliche ove transitano o siano presenti delle persone.

Nelle aree di De Ferrari e del Porto Antico dalle ore 19 del 29 dicembre fino al termine dello spettacolo, dalle ore 19 del 30 dicembre fino al termine dello spettacolo e dalle ore 19 del 31 dicembre fino al termine dello spettacolo la detenzione di dispositivi contenenti spray urticante. Suddetti spray, qualora detenuti, dovranno essere consegnati prima dell’ingresso nell’area interdetta presso il punto di raccolta appositamente istituito per la loro custodia ubicato in via Petrarca.

L’inosservanza di queste regole, fatte salve le sanzioni anche penali previste dalla normativa vigente, saranno punite con una sanzione amministrativa pecuniaria da 100 a 500 euro. All’atto della contestazione della violazione è anche stabilito il sequestro degli artifici pirotecnici e del materiale esplodente detenuto dal trasgressore. È anche possibile l’applicazione di ulteriori sanzioni per le violazioni di speciali disposizioni legislative o regolamentari.

Botti di Capodanno, i consigli del veterinario per proteggere gli animali e i Comuni dove sono vietati

Capodanno 2020: bevende in contenitori di vetro o metallici

Per quello che riguarda al territorio di piazza De Ferrari, compreso nel perimetro tra le vie Vernazza, XX Settembre, Dante, Petrarca, Cardinal Boetto, Salita del Fondaco, Vico San Matteo, Vico Fsalamonica, via della Cassa di Risparmio, via XXV aprile incrocio Via Roma e Piazza Labò, è vietato:

  • Dalle ore 20 del 29 dicembre alle ore 7 del 30 dicembre, dalle ore 20 del 30 dicembre alle ore 7 del 31 dicembre la somministrazione di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici all’esterno dei locali di pubblico esercizio e all’esterno dei relativi plateatici.
  • Dalle ore 19.30 del 29 dicembre alle ore 7 del 30 dicembre, dalle ore 19.30 del 30 dicembre alle ore 7 del 31 dicembre la vendita di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici all’esterno dei locali di pubblico esercizio e all’esterno dei relativi plateatici.
  • Dalle ore 20 del 29 dicembre alle ore 7 del 30 dicembre, dalle ore 20 del 30 dicembre alle ore 7 del 31 dicembre la detenzione ed il consumo di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici in area pubblica o aperta al pubblico diverse dai locali di pubblico esercizio e dai loro relativi plateatici. E’ consentita la sola detenzione e consumo di bevande esclusivamente contenute in bottiglie/contenitori di plastica o di cartone.

Su tutto il territorio del Comune di Genova sono invece vietate:

  • Dalle ore 19.30 del 31 dicembre alle ore 7.00 del 1 gennaio 2020 la vendita di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici da parte di qualsiasi attività commerciale, compresi i circoli privati e i titolari di autorizzazioni commerciali su aree pubbliche o aperte al pubblico, compresa l’area del Porto Antico.
  • Dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 7 del 1 gennaio la somministrazione di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici all’esterno dei locali di pubblico esercizio e all’esterno dei relativi plateatici.
  • Dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 7 del 1 gennaio la detenzione ed il consumo di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro e/o metallici in area pubblica o aperta al pubblico diverse dai locali di pubblico esercizio e dai loro relativi plateatici. E’ consentita la sola detenzione e consumo di bevande esclusivamente contenute in bottiglie/contenitori di plastica o di cartone.

Su tutto il territorio cittadino, dalle ore 20 del 31 dicembre alle ore 7 del 1 gennaio è consentita la vendita, somministrazione nonché la detenzione e il consumo di bevande, in area pubblica e/o aperta al pubblico, esclusivamente in contenitori di plastica o di cartone. Tale prescrizione non opera per le pertinenze di pubblici esercizi.

L’inosservanza del dispositivo della presente ordinanza, fatte salve le sanzioni, anche penali, previste dalla normativa vigente, saranno punite con una sanzione amministrativa da euro 100 ad euro 500. All’atto della contestazione delle violazioni è stabilito il sequestro del contenitore di vetro/metallo detenuto dal trasgressore dopo averlo privato del suo contenuto; è fatta salva l’applicazione delle ulteriori sanzioni per le violazioni di speciali disposizioni legislative o regolamentari vigenti.

Su tutto il territorio comunale, nella notte tra il 31 dicembre ed il 1 gennaio 2020, è prevista la sospensione degli effetti limitativi stabiliti con ordinanze sindacali nei confronti delle attività di somministrazione di cibi e bevande, di quelle di artigianato alimentare nonché dei circoli privati, consentendo pertanto:

  • Che le attività di somministrazione di cibi e bevande nonché quelle artigianali ubicate su tutto il territorio cittadino possano proseguire l’attività senza limiti temporali;
  • Che i circoli privati ubicati su tutto il territorio cittadino possano proseguire la somministrazione di cibi e bevande di qualsiasi natura nonché le attività rumorose ad essi connesse senza limiti temporali, ferme restando le limitazioni stabilite dai nullaosta acustici ai sensi di legge.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento