rotate-mobile
Al Cep / Prà / Via Due Dicembre 1944

Cane senza guinzaglio azzanna bimbo di due anni, tragedia sfiorata

Corso e Viale: "Patentino per la gestione degli animali". Il bimbo è finito al Gaslini

"Poteva trasformarsi in tragedia l'aggressione avvenuta ieri sera al Cep di Prà, a Genova, dove un bimbo di soli 2 anni è stato assalito per strada da un cane senza guinzaglio". A renderlo noto è l'assessore comunale al benessere degli animali Francesca Corso, che commenta l'episodio avvenuto nel tardo pomeriggio di martedì 4 giugno.

Il bambino è rimasto ferito e trasportato al Gaslini in codice giallo. "Il regolamento del comune di Genova - continua - impone l'utilizzo del guinzaglio per portare a spasso i cani. Stiamo attivando una campagna per le adozioni consapevoli, spesso, infatti, dietro l'abbandono di un animale si nasconde la difficoltà a gestirlo, soprattutto se si tratta di cani difficili e se avremo risorse sufficienti siamo disponibili a valutare anche l'attivazione di un patentino per la gestione dell'animale".

Interviene sulla vicenda anche la vice capogruppo in Regione per la Lega Sonia Viale. "Il Consiglio regionale della Liguria - dichiara - ha recentemente approvato un mio ordine del giorno che impegna la Giunta a intervenire, da un punto di vista legislativo, per introdurre l’obbligo per i proprietari di cani di conseguire un patentino con lo scopo di poter condurre in sicurezza i cani appartenenti a razze potenzialmente problematiche, che potrebbero rendersi protagonisti di aggressioni, come è avvenuto molte volte negli ultimi tempi anche nella nostra regione".

"Sono già diversi i comuni in Italia che si sono dotati di un patentino per i proprietari di razze speciali al fine di scongiurare accadimenti che potrebbero avere anche esiti drammatici", conclude Viale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cane senza guinzaglio azzanna bimbo di due anni, tragedia sfiorata

GenovaToday è in caricamento