Cronaca

San Rocco di Camogli incorona Chloè: è lei l'eroina a quattro zampe

La piccola pincher Chloè vince il Premio Fedeltà del Cane 2014 di San Rocco di Camogli. La cagnolina di due anni ha salvato la padrona Victoria scivolata in un dirupo

E' la piccola Chloè, pincher di due anni, la vincitrice del premio internazionale 'Fedeltà del cane 2014' nell'ambito delle celebrazioni di San Rocco, protettore degli animali e patrono di Camogli.

L'evento, giunto alla sua 53esima edizione, si è tenuto ieri sabato 16 agosto ed è stato organizzato dall'Associazione per la Valorizzazione Turistica di San Rocco di Camogli con la collaborazione di Regione Liguria, Provincia di Genova ed Ente Parco di Portofino. Internamente dedicato agli amici a quattro zampe, il Premio Internazionale fedeltà del cane si propone di premiare i cani che nel corso dell'anno si sono distinti per atti eroici.

Qual è la storia di Chloè? La piccola e determinata pincher ha salvato la sua padrona Victoria scivolata in un dirupo, a Casperia (Rieti) riuscendo da sola a tornare in paese, raggiungere il padrone e convincerlo, abbaiando furiosamente, a seguirla fino al luogo in cui la donna era svenuta. 
Con Chloè sono stati premiati altri esempi di fedeltà come quello di Dafne, ritornata miracolosamente a casa alcuni giorni dopo essere stata travolta dall'alluvione in Sardegna e Erasmo, labrador-bagnino di 6 anni che ha salvato un ragazzino in mare.

E poi Bangy, pastore tedesco femmina di due anni della guardia di finanza che ha rintracciato droga e permesso di assicurare alcuni spacciatori alla giustizia ma anche Figo, jack russel di sette anni che ha salvato il padrone dal morso di una vipera e Galileo, Ginny, Muffin, Polpetta, cani esperti di pet therapy per bambini e per anziani malati di Alzheimer.

In finale anche Gipsy, pastore tedesco femmina di otto anni della polizia, veterana della lotta contro lo spaccio di droga e pioniera del progetto 'volante a 4 zampe' e Tito, barboncino di un anno che ha sventato una rapina nel cuore della notte difendendo la sua casa e proteggendo la sua famiglia. Napoleone, meticcio di cinque anni, donatore di sangue che ha già salvato almeno una decina di cani e Tobia, soft terrier che ha trovato in un'area abbandonata un uomo colpito da una gravissima crisi respiratoria e lo ha salvato. E infine Pepe, pincher di un anno che insieme a Briciola, chihuahua di nove, ha salvato la vita dei padroni abbaiando fino a svegliarli e salvandoli dal rogo che stava invadendo la loro casa. Briciola non ce l'ha fatta, così Pepe questo pomeriggio ritirerà il premio per entrambi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Rocco di Camogli incorona Chloè: è lei l'eroina a quattro zampe

GenovaToday è in caricamento