Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Caos autostrade: i camionisti scendono dai tir per protesta. Toti: "Cantieri solo di notte"

A piedi nell’autostrada bloccata, dopo essere scesi dai propri tir, durante l'ennesima giornata di code interminabili, il governatore: "La Liguria non può sopportare ancora 90 giorni, perché tanto dureranno i lavori, di caos"

A piedi nell’autostrada bloccata, dopo essere scesi dai propri tir, durante l'ennesima giornata di code interminabili sula rete della Liguria. Questa la protesta lanciata dai camionisti nel pomeriggio di giovedì 1 luglio 2021 che, come ha spiegato Trasportounito, rappresenta un atto estremo. 

Giuseppe Tagnochetti, coordinatore dell'associazione di categoria, ha spiegato: "Con oltre sette chilometri di coda su tutte le principali direttrici autostradali liguri con destinazione o provenienza Genova e con il maggiore porto italiano sotto assedio da ingorghi che bloccano totalmente i varchi, fra gli autisti dei mezzi pesanti, fermi da ore sotto il sole, si è trasmesso un vero e proprio tam-tam: scendere dai camion. Dopo mesi di ingorghi, code, lavori che avrebbero dovuto essere cadenzati negli anni nell’ambito di un’ordinaria manutenzione e sono stati invece concentrati sul nodo genovese e ligure provocandone il collasso con grave pericolo per la sicurezza stradale e una vera e propria devastazione dei livelli produttivi del sistema economico e trasportistico, il vaso è ormai colmo e la situazione sfugge a qualsiasi controllo, con i rischi che ne conseguono per chiunque si avventuri in autostrada e della cui responsabilità qualcuno dovrà farsi carico".

Sul tema del caos in autostrada è intervenuto in serata anche il presidente della Regione Giovanni Toti: "Dopo un’altra giornata di caos intollerabile sulle autostrade della nostra regione ho sentito l’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi: venerdì 2 luglio, secondo la programmazione, si fermeranno molti cantieri, alcuni definitivamente. Ma fino a quando non cesseranno i lavori sulla galleria Ranco tra Genova e Savona, i disagi saranno enormi. Questo è infatti uno dei tratti più trafficati della rete autostradale ligure e le così si ripercuotono anche sulla viabilità cittadina. Si tratta di lavori giudicati urgenti e improcrastinabili dagli ispettori del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile. Dunque non possono essere interrotti. Ho chiesto però ad Aspi di cambiare il piano di lavori, lavorando solo la notte. La Liguria non può sopportare ancora 90 giorni, perché tanto dureranno i lavori, di caos come quello vissuto oggi e nelle scorse giornate".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos autostrade: i camionisti scendono dai tir per protesta. Toti: "Cantieri solo di notte"

GenovaToday è in caricamento