Cronaca

Polizia Locale, un calendario che ricorda la tragedia del Morandi per aiutare il Gaslini

Le 12 tavole che compongono l'almanacco sono accompagnate da fotografie dei colleghi di Torino, Milano e Livorno che hanno aiutato a gestire l'emergenza nei giorni successivi al crollo

Un calendario che ripercorre uno dei momenti più difficili della storia della città di Genova, e celebra l’unione e la collaborazione tra forze dell’ordine, ma sopratutto tra uomini: è stato presentato in mattinata il nuovo calendario 2019 della polizia Locale, 12 mesi rappresentati da foto che richiamano alla memoria i tragici giorni post crollo del ponte Morandi.

«È stato un momento davvero difficile per tutta la città, e abbiamo cercato di renderlo il meno impattante possibile per la città - ha detto il comandante della polizia Locale di Genova, Gianluca Giurato. Voglio ringraziare tutti i miei uomini, e anche le forze di polizia di Livorno e Torino, i primi ad arrivare a darci manforte, e poi quelli di Milano: senza di loro forse non saremmo riusciti ad affrontare la situazione così come l’abbiamo affrontata».

Più di 150 gli agenti impiegati quotidianamente per gestire l’emergenza Morandi, oltre 10mila i servizi compiuti dagli agenti della Locale da agosto a oggi, e agli sforzi straordinari dedicati alla zona del crollo si sono aggiunte le altre criticità cittadine: «Circa 1.300 servizi sono stati dedicati soltanto alla Sopraelevata», ha sottolineato Giurato. Che ha voluto ringraziare i colleghi di Torino, Milano e Livorno consegnando ai rappresentanti dei tre comandi un premio, oltre che le foto presenti sul calendario. Che come ogni anno andrà a supportare l’operato dell’ospedale pediatrico Gaslini, che lo utilizzerà per migliorare l’accoglienza dei piccoli pazienti ricoverati e delle loro famiglie.

«L’anno appena passato è stato quello dei festeggiamenti per gli 80 anni dell’Istituto - ha detto Pietro Pongiglione, presidente del Gaslini - Ed è anche stato, purtroppo, l’anno del crollo del Morandi: non possiamo e non vogliamo scordarlo. Come cittadino personalmente, e come presidente del Gaslini istituzionalmente, voglio dire grazie al corpo della Polizia Locale per l’ottimo lavoro svolto in ogni circostanza. Un calendario però, scandisce il tempo, fa tesoro del passato ma guarda al futuro, ed è uno sguardo alto quello che deve caratterizzare ogni anno che inizia, e in particolare quello che deve caratterizzare il 2019. Per l’Istituto Gaslini le sfide che affronteremo sono quelle della ricerca, sempre più sofisticata, base di speranza per molti e fiore all’occhiello del nostro ospedale fin dalla sua fondazione, ma anche quelle dell’efficienza, dell’organizzazione e dell'accoglienza».

Soddisfatto anche l’assessore comunale alla Legalità, Stefano Garassino: «Con il calendario della polizia Locale vogliamo sottolineare l’importanza della solidarietà che mai, come quest’anno, si è manifestata dopo il tragico evento del 14 agosto: la solidarietà che le polizie locali italiane hanno immediatamente mostrato nei confronti della nostra città aiutandoci in momenti di estrema difficoltà e la solidarietà che contraddistingue la polizia Locale di Genova che destina, ormai da anni, i proventi delle vendite del calendario istituzionale alla Gaslini Onlus».

Il calendario, di cui sono state prodotte mille copie, è in vendita nelle pubbliche assistenze, nel bazar del Gaslini e nei distretti: la realizzazione non ha inciso sulle casse del Comune grazie anche alla disponibilità di alcuni sponsor che hanno voluto partecipare al progetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Locale, un calendario che ricorda la tragedia del Morandi per aiutare il Gaslini

GenovaToday è in caricamento