rotate-mobile
Cronaca

Caldo, aumentano gli accessi al pronto soccorso

La Regione comunica che non si stanno registrando situazioni di sovraffollamento. Ma preoccupa il perdurare di queste condizioni climatiche destinate a proseguire almeno fino a giovedì

Aumentano gli accessi ai pronto soccorso della Liguria a causa del caldo intenso di questi giorni (è previsto bollino rosso fino a giovedì): nelle ultime ore sono stati circa una trentina i casi registrati, tutti di persone con patologie correlabili all'ondata di caldo che sta investendo la nostra regione. Non si stanno comunque, spiegano dalla Regione, registrando situazioni di sovraffollamento.

“Non ci stanchiamo di ripetere che, in queste giornate dove le temperature percepite superano i 40 gradi – spiega Angelo Gratarola, assessore alla Sanità di Regione Liguria – vanno adottati comportamenti di buon senso, evitando soprattutto l’esposizione al sole nelle ore più calde: un principio che vale per anziani e fragili, ma anche per tutto il resto della popolazione che deve prestare molta attenzione ed evitare di fare attività fisica con le attuali temperature. Nei pronto soccorso registriamo un incremento di accessi che non sta comunque generando situazioni di sovraffollamento”.

“Queste ondate di calore – aggiunge Ernesto Palummeri, coordinatore del Centro di riferimento ligure di Alisa – sono caratterizzate da temperature molto elevate, sebbene con una umidità inferiore ad altre. Ciò che preoccupa è soprattutto il perdurare di queste condizioni climatiche iniziate 3-4 giorni fa e destinate a proseguire almeno fino a giovedì. È dunque importante evitare tutti i comportamenti che possono mettere a rischio la salute, facendo particolarmente attenzione allo stato di idratazione di anziani e bambini che, in alcuni casi, sottovalutano o non sono nelle condizioni di percepire l’importanza di bere molta acqua”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo, aumentano gli accessi al pronto soccorso

GenovaToday è in caricamento