Cronaca

Calcioscommesse: un giocatore arrestato e due dirigenti perquisiti a Genova

A Genova e Bogliasco sono state eseguite due perquisizioni a carico di un dirigente e di un ex team manager di due club calcistici. I nomi sarebbero quelli di Giuseppe Perpignano e Massimiliano Solidoro

Nell'ambito dell'operazione 'Dirty Soccer' la Squadra Mobile della Questura di Genova ha arrestato il giocatore ventinovenne Francis Obeng del Santarcangelo di Romagna (RN), compagine che milita in Lega Pro.

Questa mattina sono stati eseguiti dalla polizia 50 fermi a seguito di provvedimenti emessi dalla Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, con il coinvolgimento di calciatori, dirigenti e presidenti di club calcistici di Lega Pro e Serie D.

Francis Obeng, calciatore originario del Ghana, è stato fermato a Genova ed è indagato con le accuse di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva.

Inoltre a Genova e Bogliasco sono state eseguite due perquisizioni a carico di un dirigente e di un ex team manager di due club calcistici. Entrambi risultano indagati per frode in manifestazioni sportive. Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati numerosi telefonini smartphone e tablet.

I nomi sarebbero quelli di Giuseppe Perpignano, ex presidente del Bogliasco e poi del Rapallo Bogliasco, e del 42enne Massimiliano Solidoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse: un giocatore arrestato e due dirigenti perquisiti a Genova

GenovaToday è in caricamento