menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paura in una villetta a Busalla, anziane in balìa dei rapinatori: «State zitte e andrà tutto bene»

Il colpo messo a segno lunedì sera, quando tre uomini con il volto coperto hanno fatto irruzione in casa: uno di loro ha accompagnato le donne in cucina, i complici hanno aperto la cassaforte con il flessibile

«Signore, sedetevi in cucina e state tranquille che non vi succede niente»: la minaccia, velata, è arrivata da uno dei rapinatori che lunedì sera si sono introdotti in una villetta isolata di Busalla, all'interno due donne anziane, due cognate rimaste vedove, che si sono viste arrivare in casa tre uomini con il volto coperto che le hanno chiuse in cucina mentre forzavano la cassaforte con un flessibile.

Tutto è successo intorno alle 21 di lunedì, quando le due donne, di 76 e 86 anni, avevano ormai finito di cenare e si preparavano per andare a letto. All'improvviso in casa sono entrati i tre uomini: due si sono subito diretti verso le stanze mentre un terzo, in un italiano piuttosto stentato - questo quanto raccontato dalle due anziane, sotto choc, ai carabinieri - le ha accompagnate in cucina intimando loro di stare sedute, in silenzio, e le ha tenute d'occhio mentre i complici usavano il flessibile per aprire una cassaforte e poi passavano in rassegna armadi e cassetti. Tutto senza armi, incombendo su di loro con la sua semplice presenza.

La rapina è durata giusto il tempo di forzare la cassaforte, minuti lunghissimi per le due pensionate terrorizzate. Poi i tre sono usciti come se nulla fosse, allontanandosi con tutta probabilità a bordo di un'auto parcheggiata poco lontano, di cui però non è stata trovata alcuna traccia. Il colpo ha fruttato contanti e diversi gioielli d'oro, per un valore totale di circa 3mila euro.

Le due pensionate, sotto choc ma incolumi, hanno immediatamente chiamato il 112, e sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Busalla, che hanno verificato le loro condizioni di salute e poi hanno diramato la ricerca sulla base dell'identikit fornito. Le ricerche sono state estese a tutti i comandi della vallata, ma dei rapinatori non c'era ormai più traccia. Nella villetta sono quindi arrivati anche gli uomini delala Sezione Investigazioni Scientifiche del Nucleo Investigativo di Genova per i rilievi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento