menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Seconda settimana di mezzi gratis. E Bucci pensa a renderlo definitivo

Da lunedì prossimo, se i lavori procederanno come devono, la viabilità uscirà dall'emergenza. Il sindaco, però, punta a rendere gratuito il servizio pubblico anche in situazione di normalità

Bus gratis a Genova almeno sino a domenica, da lunedì (forse) si torna alla normalità. Il sindaco Marco Bucci tira le somme della prima settimana in cui i mezzi pubblici (Atp compresa) sono stati messi a disposizione della città gratuitamente per tentare di assorbire l’impatto che la parziale chiusura dell’A26 avrebbe avuto sul traffico. E anticipa anche l’intenzione di mettere a punto provvedimenti in grado di garantire la gratuità, o quantomeno la semi-gratuità, dei mezzi pubblici anche una volta usciti dall’emergenza.

«La data è da prendere con molte molle, ma credo che lunedì prossimo torneremo alla normalità», ha detto il primo cittadino a margine degli Stati Generali dell’Economia, confermando che ancora per questa settimana non sarà necessario il biglietto per salire su bus, metropolitana e impianti speciali. Settimana in cui l'A26 resta aperta su una sola corsia con il "bypass" realizzato per evitare il Fado e il Pecetti, su cui proseguono i controlli.

Un provvedimento, quello edi mezzi gratis, studiato per gestire l’emergenza, ma utile per testare l’impatto che la gratuità del trasporto pubblico grati avrebbe sull’economia della città e sulle casse di Comune e Amt: «Questa esperienza ci dà la possibilità di calcolare veramente quale è il costo dell'utilizzazione del trasporto pubblico - ha detto Bucci - perché vogliamo arrivare ad alcuni mezzi gratuiti in città, non avere la necessità di un biglietto per andare sull'autobus è un passo che vogliamo fare».

Resta da capire come la partecipata del Comune assorbirà i costi di due settimane di autobus, metro, ascensori e funicolari gratis: la stima è di circa 180mila euro al giorno non riscossi: «Li recupererà Amt con tutte le azioni di management necessari, e contiamo anche di poterli chiedere al governo nei costi dell'emergenza», ha detto il sindaco. 

E anche se dal governo non arrivano segnali incoraggianti dal punto di vista economico - il Consiglio dei Ministri ha deliberato l’estensione dello stato d’emergenza per il maltempo in Liguria stanziando 39,95 milioni per le somme urgenze, contro gli 85 chiesti dalla Regione - Bucci non si perde d’animo e punta prima al ripristino totale della viabilità, e poi a provvedimenti in grado di incentivare i genovesi a utilizzare il trasporto pubblico.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento