Bucci chiede gli arretrati alla Regina Elisabetta per l'affitto della bandiera

La croce di San Giorgio fu affittata nel medioevo all'Inghilterra. Il sindaco, a margine della conferenza sul primo anno della giunta, ha usato l'ironia: "Potremmo chiedere gli arretrati per 274 anni"

 "Your Majesty, I regret to inform you that from my books it looks like you didn't pay for the last 247 years".  Sfoggiando il suo inglese il sindaco Marco Bucci ha recitato a margine della conferenza stampa sul primo anno di governo, la frase che potrebbe essere indirizzata alla regina. Tradotta in italiano e in proposta di marketing: la Regina Elisabetta deve a Genova 274 anni di arretrati per l'affitto della bandiera. Usa i toni ironici il primo cittadino ma chissà che l'idea non sia frutto del recente viaggio con l'assessore Serafini proprio a Londra durante il quale ha portato avanti il programma di marketing territoriale.

Secondo la storia, la croce di San Giorgio fu affitata all'Inghilterra durante il Medioevo, per il "major" della Lanterna sarebbe un'ottima occasione rimpolpare le casse del Comune. La bandiera di Genova è da secoli al centro di una controversia con il Regno Unito che l'ha inclusa all'interno della Union Jack. Utilizzata dai crociati e dalla Repubblica marinara di Genova serviva per avvisare le navi di un cessate il fuoco. Nel medioevo Londra ottenne l'utilizzo della bandiera per la sua flotta in cambio di un tributo annuale che dopo secoli diventò di fatto un regalo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento