rotate-mobile
Cronaca Piazza Giuseppe Verdi

Costretta a subire baci e palpeggiamenti alla fermata del bus

Al termine delle indagini, un 42enne genovese è stato arrestato per il reato di violenza sessuale e lesioni personali aggravate. I fatti risalgono allo scorso 15 novembre

Lo scorso 15 novembre in zona Brignole aveva afferrato una ragazza, cogliendola di sorpresa, e l'aveva costretta a entrare nella pensilina della fermata del bus. L'aveva spinta contro il vetro per impedirle ogni via di fuga, insultandola, baciandola contro la sua volontà e palpeggiandola ripetutamente.

La giovane era riuscita a fuggire e a chiamare il padre, che era subito andato a prenderla in auto. Appena rintracciato il molestatore, il padre della ragazza lo aveva fermato per domandargli spiegazioni sul suo comportamento e il 42enne aveva aggredito anche lui, sferrandogli due pugni al volto. Padre e figlia avevano riportato rispettivamente 15 e 7 giorni di prognosi.

A seguito delle indagini dei poliziotti del commissariato San Fruttuoso l'uomo è stato identificato in un 42enne genovese ed è stata emessa dalla Procura di Genova a suo carico un'ordinanza dell'applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari. Così la polizia ha proceduto all'arresto per il reato di violenza sessuale e lesioni personali aggravate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costretta a subire baci e palpeggiamenti alla fermata del bus

GenovaToday è in caricamento