Il Branega risorge: «Non sopportavamo di vedere il campo così»

La gestione dell'area è stata affidata a due società sportive, una di calcio e una di rugby. L'inizio dei lavori è previsto per aprile/maggio

Da tanto, troppo tempo il campo sportivo Branega di Prà versa in uno stato di totale abbandono. Nulla è cambiato, se non in peggio, dall'ultima volta che siamo stati qui (settembre 2012). 

Per fortuna all'orizzonte c'è una seconda giovinezza per il glorioso campo praino, come racconta Alessandro Reverberi, presidente dell'Olimpic Prà Palmaro, società di calcio dilettantistico della zona. «La giunta Vincenzi aveva stanziato una somma di 100 mila euro per il rifacimento dell'area, rimasta a bilancio sino allo scorso anno, che prevedeva la costruzione di un campetto a cinque senza spogliatoi privo di gestione. Grazie all'intervento dell'assessore Boero è nata una gara per la gestione dell'area. A vincere il bando è stata la nostra società insieme alla Provincia dell'Ovest, società rugbistica del ponente genovese. Il nostro progetto prevede infatti la nascita di un campo regolamentare attrezzato per entrambe le discipline». 

Un'opera che guarda principalmente al sociale. «È questo ad averci spinto – prosegue Reverberi -, per noi praini doc, palmaresi in particolare, la rinascita del Branega rappresenta un importante step di ripresa e rilancio per il quartiere e per i suoi giovani, entrambe le società possono infatti contare su un settore giovanile molto solido. Non potevamo più sopportare di vedere il campo dove siamo nati e cresciuti in queste condizioni, rimetterlo a nuovo sarà una grande rivincita». 

Salvo sorprese burocratiche i lavori dovrebbero partire in breve tempo. «Il nostro augurio è che si possa già cominciare tra aprile e maggio affinché la struttura sia pronta per la prossima stagione. C'è molto fa fare partendo dalla pulizia dell'area, passando per il rifacimento del manto fino ad arrivare alla costruzione di spogliatoi, recinzioni ed impianto di illuminazione. Da parte nostra ci metteremo il massimo impegno sia dal punto di vista personale che da quello finanziario».

Un intervento molto importante in una zona in piena ripresa, vedi la nascita della fascia di rispetto, e in grande fermento, come dimostra la nascita di movimenti e comitati spontanei attenti alle problematiche del territorio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento