rotate-mobile
Cronaca Sestri Ponente / Via Borzoli

Borzoli, l'Enpa salva una volpe investita da un'auto

I volontari hanno trovato l'animale denutrito e dolorante, e l'hanno trasferito nella loro sede: nonostante una frattura al bacino, le cure dovrebbero consentire di rimetterla presto in libertà

Debole, denutrita e dolorante, ma finalmente al sicuro nella sede dell’Enpa: si è conclusa con un lieto fine l’avventura di una volpe soccorsa dai volontari a Borzoli, poco distante dal luogo del disastro ambientale dovuto alla rottura della tubatura dell’oleodotto Iplom.

L’animale, secondo i veterinari che l’hanno visitato, ha una frattura del bacino causata molto probabilmente da un investimento, ma a parte la lieve denutrizione le sue condizioni sarebbero nel complesso buone, e la speranza è che con una terapia efficace il recupero sia completo e sia possibile rimetterla presto in libertà.

Il salvataggio è arrivato durante le difficili ore in cui i volontari dell’Enpa hanno lavorato - e continuano a farlo - per salvare le vittime dell’ondata nera che domenica sera si è riversata nei rii Pianego e Fegino e nel Polcevera distruggendo di fatto un intero ecosistema: tantissimi gli uccelli recuperati con sintomi di intossicazione e piumaggio letteralmente ricoperto di greggio, mentre si registra una vera e propria moria di pesci e rane. 

Il lavoro dei volontari prosegue anche in queste ore, finita l’emergenza, con interventi mirati sulle segnalazioni ricevute al numero istituito appositamente (0105531696), e sabato anche Greenpeace parteciperà alle operazioni affiancando l’Enpa nel giro sul Polcevera alla ricerca di animali bisognosi di cure. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borzoli, l'Enpa salva una volpe investita da un'auto

GenovaToday è in caricamento