menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borzoli: accetta un passaggio e finge violenza sessuale

Una 48enne di origine spagnola con vari precedenti è stata denunciata in via Borzoli per il reato di procurato allarme. La donna ha accettato un passaggio in corso Buenos Aires da un pregiudicato 30enne, poi ha chiamato la polizia fingendo una violenza

Genova - Ha chiamato il 113 in piena notte riferendo all'operatore che uno sconosciuto armato di pistola la stava minacciando, aggiungendo inoltre che lo stesso era in procinto di abusare sessualmente di lei.

Immediatamente, vista la gravità della segnalazione, 3 volanti dell'ufficio prevenzione generale e una del commissariato Cornigliano si sono precipitate in via Borzoli, nei pressi di un benzinaio, dove la donna aveva riferito di trovarsi.

Accanto a lei un uomo in evidente stato d'agitazione, ma disarmato, il quale, da subito, ha negato le minacce, riferendo invece di aver offerto un passaggio alla signora incontrata in corso Buenos Aires mentre attendeva il bus e che la stessa aveva accettato.

Durante il tragitto, l'uomo, un pregiudicato originario delle Mauritius di 30 anni, avrebbe offerto alla donna del denaro, chiedendo in cambio qualche 'tenerezza'. A quel punto lei, con un gesto fulmineo gli avrebbe sottratto dal portafogli una banconota da 50 euro, provocando tra i due un accesso diverbio.

Gli agenti, appurato che l'uomo non portava con sé alcuna arma, che i sedili dell'auto dello stesso erano completamente abbassati e che entrambi hanno confermato tale versione, hanno denunciato la donna, una 48enne di origine spagnola con vari precedenti, per il reato di procurato allarme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento