«Duemila euro se venite a vivere qui», la proposta del sindaco di Bormida fa il giro del mondo

Il piccolo borgo dell'entroterra savonese è a rischio "scomparsa", e il primo cittadino lancia un'offerta ripresa anche dal britannico Guardian. Con conseguente diluvio di richieste

«Se venite a vivere qui vi diamo 2000 euro»: un’offerta tanto allettante quanto inusuale quella di Daniele Galliano, sindaco di Bormida, che per evitare al piccolo paesino nell’entroterra savonese di sparire nel nulla causa spopolamento ha deciso di istituire un “premio” per chi deciderà di trasferirsi.

L’iniziativa segue quella del 2014 - anno in cui Galliano è stato eletto con la sua lista civica - che prevedeva affitti “scontati” per le case popolari, 50 euro al mese per le più semplici, 120 per quelle più spaziose; un’operazione che non ha ottenuto il risultato sperato, perché negli ultimi 3 anni sono stati molti gli abitanti che hanno abbandonato il paesino a 420 metri dal livello del mare in cerca di posti di lavoro nella vicina Savona o nel resto della regione. A oggi, soltanto 394 persone risiedono a Bormida, e il rischio che diminuiscano ancora è sempre più probabile.

Da qui la decisione di offrire un contributo economico a chi decide di andare controcorrente e trasferirsi: un’idea che è piaciuta al quotidiano britannico Guardian, che lo scorso 7 maggio ha ripreso la notizia citando un consigliere comunale che ha preferito restare anonimo e che ha spiegato che «stiamo ancora lavorando al progetto, ma chiunque è benvenuto se decidesse di venire a vivere qui. Siamo una piccola comunità - ha spiegato la fonte al giornale inglese - ma molto aperta. Siamo in montagna, ma non lontano dal mare, e lo stile di vita qui è salutare, l’aria molto pulita».

La notizia ha dunque fatto il giro del mondo, provocando in poco tempo un diluvio di richieste e proposte di adesione provenienti dai luoghi più disparati, e Galliano dalla sua pagina Facebook ha dunque deciso di fare chiarezza: «La mia è stata un'idea da proporre alla Regione Liguria, con la quale sono in contatto, ed estesa solo a livello nazionale. La notizia è stata però riportata in maniera sbagliata e ha raggiunto un pubblico mondiale. L’Italia è un paese meraviglioso - ha concluso il sindaco di Bormida - ma come altri in crisi economica. A oggi sono seguito da più di 17.000 persone e purtroppo non è proprio possibile trovare un aiuto per tutti». 

Anche sul sito del Comune di Bormida è apparso l'avviso: «Ringraziamo le molte persone che hanno telefonato, scritto o sono venuti di persona a chiedere informazioni. L’assegnazione degli alloggi comunali avverrà attraverso un bando pubblico che sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune tra circa due mesi. Per quanto riguarda il bonus residenza, per il momento è un progetto che si spera di poter realizzare nel 2018 con l’aiuto della Regione Liguria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

Torna su
GenovaToday è in caricamento