menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto inviataci da Nofar Yacobi

Foto inviataci da Nofar Yacobi

Borgoratti, si addormenta con i fornelli accesi e rischia di far esplodere tutto

Il forte odore di gas ha convinto i vicini di casa a chiamare i Vigili del Fuoco. La testimonianza di un'inquilina a GenovaToday: «Ho capito che c'era qualcosa che non andava e che dovevo agire subito»

Tanta paura, ma per fortuna l'avventura - che poteva trasformarsi in tragedia - ha avuto un lieto fine. 

È successo nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 dicembre a Borgoratti, in via Posalunga, dove sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco a causa del forte odore di gas che aveva allarmato i residenti di un palazzo.

A contattare GenovaToday per raccontare la vicenda è Nofar Yacobi, cantante lirica 29enne di origini israeliane, nel capoluogo ligure per seguire un corso di perfezionamento: «Voglio raccontare quello che è successo perché può accadere a chiunque, e ritengo che sia molto importante far capire alle persone quanto è importante agire immediatamente quando si ha il presentimento di essere in pericolo».

Stava tornando a casa dopo aver passato la serata fuori, Nofar, in quello che sembrava un venerdì sera qualsiasi, quando improvvisamente ha sentito un forte odore di gas sul pianerottolo: «Era l'una di notte, stavo rincasando, e sono stata travolta da questo odore molto intenso. Ho provato a dirigermi per le scale, il palazzo ha dieci piani e dal quarto in su la puzza era fortissima. Ho capito subito che c'era qualcosa che non andava, e che dovevo fare qualcosa».

Nofar a quel punto ha suonato il campanello di alcuni vicini di casa, ancora svegli: «Mi hanno dato una mano a capire che l'odore arrivava da un appartamento al quarto piano, abbiamo bussato ripetutamente ma nessuno ci ha aperto. Allora abbiamo chiamato i Vigili del Fuoco».

I pompieri sono arrivati tempestivamente, e hanno confermato con la loro strumentazione che la fuga di gas arrivava proprio da quell'appartamento: «A quel punto anche loro hanno bussato alla porta, prima di prendere altri provvedimenti, e stavolta l'inquilino ha aperto. Si trattava di un signore anziano che si era addormentato lasciando i fornelli accesi».

Insomma, tutto bene quel che finisce bene: «Ma mi hanno colpita due elementi - conclude Nofar -. Il primo è che, secondo quanto riportato dai Vigili del Fuoco, questa vicenda poteva trasformarsi in tragedia. Se nessuno se ne fosse accorto in tempo, il gas fuoriuscito per tutta la notte avrebbe potuto causare un'esplosione tremenda, coinvolgendo l'intero palazzo: bastava accendere la luce per far saltare tutto. Il secondo elemento è che alcune persone erano restie a chiamare i Vigili del Fuoco, pensavano non si trattasse di un fatto così grave: arrivando da Israele sono purtroppo abituata a fronteggiare situazioni di grave emergenza e dunque a non temporeggiare, spero dunque che questa storia serva a far capire che bisogna agire immediatamente se c'è anche solo il minimo dubbio che ci possa essere una situazione di pericolo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento