menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bomba in porto a Genova: sarà fatta brillare a Pallare

Domenica 26 agosto il porto di Genova si ferma per l'estrazione dell'ordigno bellico rinvenuto a Calata Bettolo. La bomba sarà poi fatta brillare a Pallare, nel savonese

Genova - Domenica 26 agosto tutto il porto di Genova si ferma per l’estrazione della bomba rinvenuta a Calata Bettolo. Un ordigno da 227 chili di tritolo, che risale alla Seconda Guerra Mondiale, e che verrà rimossa dagli artificieri del trentaduesimo reggimento genio guastatori di Torino.

Nel raggio di 8 chilometri si spegneranno tv, radio, acqua e gas, ma non ci sarà alcun sfollamento. Come anticipato la bomba non verrà fatta brillare a Genova. Oggi infatti è stato comunicato che l’area dove verrà “ospitato” il residuo bellico sarà la cava di Veriusa nel comune di Pallare, località savonese della Valbormida.

«Per l'ufficialità però - ha sottolineato il sindaco di Pallare Sergio Colombo - si dovrà attendere la riunione che si terrà all'inizio della prossima settimana a Savona, alla quale siamo stati convocati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento