rotate-mobile
Cronaca Bolzaneto / Salita Brasile

Calci e pugni alla moglie davanti alla figlia 13enne: «Se lo racconti ti ammazzo»

In manette un 41enne genovese residente a Bolzaneto: a dare l'allarme i vicini della coppia, preoccupati nel sentire rumori di lotta provenire dall'appartamento e dal pianerottolo

Ennesimo episodio di violenza in famiglia ieri sera in salita Brasile, nel quartiere genovese di Bolzaneto, dove un genovese di 41 anni si è accanito contro la moglie  a calci e pugni minacciandola di morte davanti alla figlioletta 13enne, a sua volta minacciata perché non riferisse ai parenti quanto stava accadendo.

A intervenire è stata una volante della sezione Prevenzione generale del commissariato di Cornigliano, allertata dai vicini di casa della coppia, che intorno alle 20.30 hanno sentito urla e rumori di lotta provenire dall’appartamento e poi dal pianerottolo. Una volta sul posto, gli agenti hanno trovato la donna, una genovese di 40 anni, rannicchiata sul pavimento, che lamentava forti dolori al petto: stando al suo racconto il marito, che lavora come elettrauto e ha trascorsi per rapina e violenze, durante una lite l’avrebbe aggredita afferrandola per i capelli e trascinandola prima in casa e poi sul pianerottolo, prendendola a calci nelle costole e minacciandola poi con un coltello che le avrebbe puntato alla gola, tutto davanti alla figlia 13enne, che ha assistito alla scena terrorizzata.

All’arrivo della polizia l’uomo ha dato in escandescenze, ma gli agenti sono riusciti a bloccarlo e durante la perquisizione gli hanno trovato addosso anche della droga. Per lui sono dunque scattate le manette e il trasferimento in carcere, mentre la moglie è stata accompagnata all’ospedale dove è stata ricoverata e medicata. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni alla moglie davanti alla figlia 13enne: «Se lo racconti ti ammazzo»

GenovaToday è in caricamento