Cronaca Bolzaneto / Via Giovanni Battista Custo

Bolzaneto, distrutta per la seconda volta la corona per i partigiani caduti

La denuncia dell’Anpi, che promette: «Tornerà al suo posto». Sostegno anche dal presidente di Municipio, Federico Romeo

Strappata dal muro, gettata a terra e distrutta: vandalizzata, per la seconda volta, la corona ai partigiani caduti a Bolzaneto, in via Custo.

La corona viene posizionata ogni 25 Aprile all'esterno degli ex uffici comunali, dove oggi ha sede la Casa della Resistenza. A denunciare quanto accaduto è stata proprio l’Anpi, che ha chiarito che «la corona tornerà al suo posto, ma la condanna e il grande lavoro contro i neofascismi devono essere unanimi e crescenti».

 Rassicurazioni sono arrivate anche da Federico Romeo, insieme con il rammarico per quanto accaduto: «La Corona dedicata ai Partigiani tornerà presto al suo posto, a Bolzaneto.

Ogni nome scolpito su quei marmi è il sacrificio di tanti uomini e donne della nostra Valpolcevera, per la lotta di Liberazione dal nazifascismo - ha fatto sapere - Ci sono nuove generazioni che nelle scuole della nostra Vallata hanno conosciuto e imparato la storia, il sacrificio per la democrazia, l’uguaglianza, la libertà e il valore della Repubblica nel nostro Paese. A queste nuove generazioni, di cui faccio parte, guardo con speranza per il futuro. Un futuro che deve passare dal ricordo, ma anche dall’impegno per l’oggi e il domani. Il mio sguardo lo rivolgo lassù ai nostri Partigiani e a loro chiedo scusa per questo vile gesto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolzaneto, distrutta per la seconda volta la corona per i partigiani caduti

GenovaToday è in caricamento