rotate-mobile
Cronaca

Emergenza caldo: scorte d'acqua al San Martino, biblioteche e locali dove stare al fresco

Martedì 22 e mercoledì 23 agosto bollino rosso che indica condizioni elevate di rischio, temperature alte e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute

Emergenza caldo e bollino rosso (per la prima volta nell'estate 2023) a Genova. Si tratta del livello 3 (il più alto) del sistema di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute. Certifica alte temperature nei prossimi giorni, martedì 22 e mercoledì 23 agosto, nell’area metropolitana e indica condizioni elevate di rischio persistenti, temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute in particolare su anziani, bambini, persone con malattie croniche. Il Comune di Genova, attraverso gli ambiti territoriali sociali, continua il servizio dei 'custodi sociali', coordinati dalla Cooperativa Televita Agapè, che assicureranno il monitoraggio e la tutela delle situazioni in carico per l’adozione di tutte le misure possibili da parte degli ambiti territoriali. Sono disponibili diversi centri sociali per le persone di età superiore ai 55 anni.

Emergenza caldo, gli ambienti climatizzati 

È possibile trovare ambienti climatizzati o ventilati in alcune biblioteche del sistema bibliotecario urbano:

  • Municipio I Centro Est: Berio -De Amicis
  • Municipio III Bassa Valbisagno: Lercari
  • Municipio IV Media Valbisagno: Saffi
  • Municipio VI Medio Ponente: Bruschi Sartori
  • Municipio VII Ponente: Benzi

e in queste biblioteche:

  • Biblioteca di Storia dell’Arte – via ai Quattro Canti di S. Francesco
  • Biblioteca Museo dell’Attore – via del Seminario 10

Locali climatizzati anche presso:

  • Centro Sociale Auser, via Imperiale (San Fruttuoso) - da lunedì a domenica ore 14.30-18
  • Centro Civico Quarto, via delle Genziane, ore 15-17 - ore 9-12
  • Centro Anziani e Giovani, via Torricelli 16 (Borgoratti) - da lunedì a venerdì ore 14.30-19
  • Centro Aggregazione Giovanile, via Sagrado 9 (Sturla) - da lunedì a venerdì ore 15-19
  • Sala Consiglio Municipale Media Valbisagno, piazza dell’Olmo 3 (Molassana) - da lunedì a giovedì ore 11-16, venerdì ore 11-13.30
  • Parrocchia di Santa Zita, via di Santa Zita - martedì e giovedì ore 14.30-17.30
  • Centro Sociale Monaco, via Cialli 11 (Pegli) – lunedì, merecoldì, giovedì ore 15-17.30
  • Centro Sociale, via Narisano 12 (Cornigliano) – da lunedì a giovedì ore 15.15-17.45
  • Villa Giuseppina (ex Centro sociale anziani), via Bologna 21 canc. (San Teodoro) - da lunedì a venerdì ore 14.30-18.30
  • Sede educativa territoriale del Centro Servizi Famiglia, via Pellegrini 19 (Sampierdarena) – lunedì e mercoledì
  • Centro Sociale Auser – vico Monachette 4 - mercoledì, venerdì, sabsato ore 14.30-18
  • Gruppo Amici del Lagaccio – via del Lagaccio 82r -86r – da lunedì a domenica ore 15-18.30

I numeri utili 

  • 800.995.988: attivo nei giorni feriali e festivi dalle 8 alle 20. Numero verde per anziani e famiglie in difficoltà, gestito da Auser e valido su tutto il territorio regionale.
  • 800.593.235: attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20. Numero verde regionale gestito da Agorà.

Il piano dell'ospedale San Martino

Il direttore generale dell'ospedale San Martino Marco Prioli, assieme al direttore sanitario Gianni Orengo, ha riunito i delegati dell’ufficio tecnico del policlinico e della direzione medica di presidio per prendere preventivamente alcuni provvedimenti.

Nello specifico sono state intensificate rivelazioni con termoigrometri certificati presso tutti i reparti dell’area ospedaliera attraverso le squadre di professionisti preposte mentre presso la medicina generale ubicata al decimo piano lato levante del monoblocco, da dove sono giunte alcune segnalazioni da parte di utenti che la direzione generale ringrazia. Sono poi stati posizionati sistemi refrigeranti mobili (dieci attualmente quelli previsti).

Nei vari piani del monoblocco verranno inoltre intensificati sopralluoghi per valutare le installazioni di pellicole oscuranti sulle vetrate dei reparti (già in uso in passato). Infine al pronto soccorso sono in arrivo scorte supplementari di bottigliette d’acqua, che saranno direttamente distribuite ai pazienti (anche di passaggio), dagli infermieri e dagli oss, sotto la supervisione del coordinatore infermieristico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza caldo: scorte d'acqua al San Martino, biblioteche e locali dove stare al fresco

GenovaToday è in caricamento