rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Albaro / Via Boccadasse

Boccadasse, distrutto dalla mareggiata il gozzo simbolo del borgo

Da anni residenti e associazioni chiedono protezioni dalla furia del mare, prosegue il dialogo con l'amministrazione che aveva promesso impegno nei mesi scorsi

Il tradizionale gozzo bianco e azzurro che stazionava sulla spiaggia di Boccadasse è stato distrutto dalla mareggiata di mercoledì 18 gennaio 2023, barca da tempo ormeggiata nel borgo e attrazione anche dal punto di vista turistico, protagonista degli iconici scatti che vengono poi pubblicati sui social. Il mare l'ha distrutto nella notte tra martedì e mercoledì, sono rimasti solo i suoi resti, pezzi di legno e assi colorate rimaste sulla spiaggia insieme ai detriti portati dal mare. All'interno c'era anche l'albero di Natale utilizzato in occasione delle recenti festività, travolto dalla furia delle onde insieme al gozzo di Sant'Antonio. Ha invece resistito la bandiera del Genoa sullo scoglio, al centro di un esposto nelle scorse settimane. Il vessillo era stato rimosso in via precauzionale, poi era stato nuovamente issato dai tifosi.

Boccadasse, distrutto dalla mareggiata il gozzo di Sant'Antonio. Foto

Da tempo i residenti e la Pro Loco Maris Boccadasse esprimono preoccupazione e chiedono a gran voce la messa in sicurezza del borgo con la costruzione di una diga soffolta, opera che viene considerata necessaria in seguito alla ricostruzione avvenuta dopo la devastante mareggiata del 30 ottobre 2018. Nei mesi scorsi l'amministrazione aveva promesso impegno in questo senso, rimane aperto il dialogo per cercare una soluzione con il coinvolgimento della Regione, al vaglio anche soluzioni alternative che possano mettere in sicurezza tutta la costa. Questa volta i più importanti danni si sono verificati nella sede della Sportiva Sturla, devastata dalla furia delle onde.

L'ultima mareggiata è stata di libeccio e per Boccadasse questo significa avere qualche rischio in meno considerando che da quel lato esiste una piccola protezione, stesso discorso per il maestrale. Una situazione diversa e più grave, come già avvenuto in passato, potrebbe invece verificarsi in caso di scirocco perché il mare picchierebbe sul lato più 'scoperto' ed è questa la principale preoccupazione che da diversi anni viene portata avanti dalle associazioni del borgo e dal presidente della Pro Loco Cesare Pastorino. La speranza è che questo ennesimo episodio possa velocizzare i tempi perché Boccadasse e i suoi abitanti non possono più aspettare.

I resti del gozzo sulla spiaggia di Boccadasse 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccadasse, distrutto dalla mareggiata il gozzo simbolo del borgo

GenovaToday è in caricamento