rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Albaro / Via Boccadasse

Boccadasse, la Pro Loco: "Ci sentiamo presi in giro, il borgo va protetto"

Il presidente Cesare Pastorino: "Ultimamente vediamo dighe soffolte un po' ovunque nella costa ligure, qui dove le persone rischiano anche la vita in caso di violente mareggiate, non sappiamo ancora nulla"

Attendono risposte dallo scorso mese di luglio gli abitanti di Boccadasse che, da tempo, chiedono una diga soffolta per proteggere uno degli angoli più belli di Genova dalla furia del mare. Tre anni fa, il 30 ottobre 2018, l'eccezionale mareggiata devastò tutta la costa ligure facendo danni enormi: tra le località più colpite proprio l'antico borgo marinaro, devastato e poi ricostruito, ma ancora privo di una protezione. Lo scorso mese di novembre il tema era stato affrontato anche in consiglio comunale e la giunta aveva promesso risposte certe in un paio di mesi, al momento però tutto tace secondo quanto spiegato a Genova Today dal presidente della Pro Loco Cesare Pastorino.

"Gli abitanti del borgo si sentono presi in giro - attacca - perché ultimamente vediamo dighe soffolte un po' ovunque nella costa ligure, l'ultima a Sori. Qui, dove le persone rischiano anche la vita in caso di violente mareggiate, ancora non sappiamo nulla. Vorremmo almeno vedere il progetto e conoscere gli eventuali problemi esistenti, non possiamo più aspettare".

L'ultimo inverno, fortunatamente, è stato mite sul fronte del mare, ma Cesare Pastorino aggiunge: "Non possiamo più affidarci alla fortuna, a Boccadasse avevamo 65 barche e oggi ne sono rimaste 34. Giustamente le persone non vogliono rischiare che il mare si porti via tutto. Tra l'altro sono stati spesi molti soldi pubblici per rimettere a posto il borgo, sarebbe una follia rischiare che possa essere nuovamente devastato dalla furia del mare". 

La lettera inviata a Comune e Regione

La Pro Loco Maris Boccadasse ha anche scritto una Pec alle autorità competenti di Comune e Regione chiedendo risposte in tempi brevi, di seguito il testo della mail. 

"Oggi, 29 Aprile 2022, esattamente dopo tre anni e mezzo dalla tremenda mareggiata che si è abbattuta nel nostro Antico Borgo il 29 Ottobre 2018, la comunità boccadassina attende ancora le opere a mare che avrebbero dovuto evitare future devastazioni.

Intanto, il Comune di Sori, con i lavori in corso per la nuova diga soffolta, si và ad aggiungere ai molti paesi della litoranea ligure che, dopo la devastante mareggiata, hanno provveduto, stanno provvedendo o hanno programmato di realizzare una protezione a mare e una difesa, finalizzate a prevenire e salvaguardare i loro paesi da futuri disastri catastrofali.

Per quanto riguarda il nostro Borgo, dopo un primo incontro avvenuto, ormai da più di sei mesi, con le Autorità comunali competenti, stiamo sempre aspettando la definizione di un progetto di fattibilità che consenta anche a Boccadasse di poter usufruire di una difesa dalle future mareggiate, in particolare provenienti da Est che, con il contributo del vento di scirocco, riproporrebbero nuovamente una probabile analoga devastazione alle infrastrutture, alle imbarcazioni, alle attività commerciali, ma soprattutto, metterebbero nuovamente a repentaglio la vita dei residenti che hanno le loro case molto vicine al mare.

Paradossalmente, Boccadasse avrebbe dovuto essere uno dei primi paesi ad avere una seria protezione a mare, proprio perché è uno dei pochi paesi della litoranea ligure che oltre a subire i danni, come tutti gli altri, contempla il gravissimo pericolo della mancata salvaguardia delle vite umane. Siamo consapevoli, peraltro, che le opere di difesa non potranno eliminare totalmente le conseguenze di nuove mareggiate, ma certamente potranno produrre una concreta riduzione del danno.

Comunque, nonostante stiamo aspettando con ansia e ormai da troppo tempo, una soluzione definitiva, non disperiamo.

L' Antico Borgo di Boccadasse è una risorsa del Comune di Genova e della Regione Liguria che riveste un'importanza paesaggistica, economica e turistica.

 Siamo quindi fiduciosi che si possa e si debba, finalmente, arrivare al risultato sperato da tutta la comunità boccadassina e non solo, per il quale, in questi anni, insieme alla Soc. Sportiva F. Vignocchi e al CIV Boccadasse, abbiamo lanciato una Petizione, raccogliendo su change.org (a questo link la petizione) e sui moduli cartacei, migliaia di firme".

La replica della Regione

Regione Liguria e Comune di Genova hanno effettuato diversi e significativi interventi sul borgo di Boccadasse negli ultimi anni, con l’investimento di circa 2,5 milioni di euro. Regione Liguria ha stanziato oltre 250 mila euro per diversi interventi di Protezione civile in somma urgenza dedicati al borgo dopo la storica mareggiata di fine ottobre 2018. Si è trattato di interventi di rimozione delle macerie, rimozione dei rifiuti, del posizionamento di una barriera provvisoria sul ciglio della banchina per la ricostruzione della muratura, della riprofilatura della spiaggia, a cui si sono aggiunti ulteriori interventi minori.

Oltre a questo, Regione Liguria ha stanziato quasi un milione di euro dal Fondo strategico regionale per dare vita a un progetto di riqualificazione del borgo e della passeggiata a mare. Nel complesso, gli interventi effettuati sono:

  • ricostruzione e riqualificazione dell'intero piazzale distrutto dalla mareggiata del 2018;
  • sistemazione e consolidamento della scogliera con nuovi posizionamenti di massi;
  • ricostruzione totale e rinforzo del muro paraonda in cemento armato limitrofo alla scogliera:
  • restauro e risanamento conservativo delle tradizionali pavimentazioni del Borgo;
  • abbattimento barriere architettoniche e nuova accessibilità per disabili alla spiaggia.

Nella giornata di ieri sono stati consegnati i lavori per la riqualificazione delle pavimentazioni di via della Casa e dintorni. Sono allo studio ulteriori interventi per conseguire una maggiore difesa della costa che, tenuto conto della delicatezza del sito e dei molteplici vincoli di tutela su di esso insistenti, richiedono particolari attenzioni di carattere ambientale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccadasse, la Pro Loco: "Ci sentiamo presi in giro, il borgo va protetto"

GenovaToday è in caricamento