rotate-mobile
Cronaca

Bimba morta soffocata a Roma: i genitori donano organi, i suoi reni a Genova

La piccola è deceduta al policlinico Umberto I dopo tre giorni di coma causato da una caramella. Madre e padre hanno autorizzato l'espianto

Numerose vite salvate da una spezzata troppo presto: i genitori della bimba di due anni morta giovedì a Roma soffocata da una caramella hanno autorizzato la donazione degli organi, e tra i pazienti che li hanno ricevuti ce n’è anche uno ricoverato a Genova.

Al paziente, un ragazzo di 22 anni, sono stati destinati i reni della bimba, mentre il cuore e i polmoni sono andati al Bambino Gesù e sono stati trapiantati in tre bambini. Il fegato, invece, è stato inviato a Padova e trapianto in due persone. 

«A seguito della tragica scomparsa di una bambina di due anni per una fatalità, i genitori della piccola hanno voluto autorizzare la donazione degli organi permettendo con questo gesto di straordinaria solidarietà e altruismo di salvare molte vite umane - è stato il commento dell'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato - Voglio esprimere il più sentito cordoglio ai genitori della piccola e ringraziarli per questo sforzo straordinario avvenuto in un momento di così profondo dolore». 

«Voglio ringraziare tutti i professionisti del Policlinico Umberto I e tutte le equipe trapiantologiche degli altri ospedali - ha concluso D’Amato - per il grande lavoro svolto e che ha permesso di salvare la vita a tante persone». La piccola è morta al Policlinico Umberto I dopo tre giorni di coma: sabato pomeriggio stava passeggiando con la nonna quando ha improvvisamente smesso di respirare a causa di una caramella che stava succhiando.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta soffocata a Roma: i genitori donano organi, i suoi reni a Genova

GenovaToday è in caricamento