menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Bigo chiude al pubblico per tornare all’antico splendore

L'ascensore panoramico progettato da Renzo Piano per le Colombiadi del 1992 rimarrà chiuso per almeno due mesi per consentire alcune migliorie e far sì che torni a ruotare su se stesso

Il Bigo cambia volto, e per farlo va “in pausa” per almeno due mesi: uno dei simboli di Genova e del Porto Antico, progettato dall’archistar Renzo Piano nel lontano 1992 per le Colombiadi, è pronto a sottoporsi a un restyling e tornare ai fasti originari, consentendo a turisti e genovesi di godere di nuovo di una vista a 360 gradi sulla città.

L’ascensore panoramico, realizzato senza vano corsa e guide di scorrimento e in grado di portare i visitatori a 40 metri sopra il mare e i 7 bracci bianchi diventati il suo marchio di fabbrica, da tempo è infatti privo di una delle sue caratteristiche principali: la rotazione su stesso, che regala una vista unica sul porto e sulla città. Porto Antico Genova Spa ha dunque deciso di investire 600mila euro per porvi rimedio, intervenendo allo stesso tempo sulla struttura per ammodernarla e migliorarla anche dal punto di vista tecnologico, senza toccare il design.

I lavori partiranno lunedì 10 ottobre, data in cui il Bigo chiuderà al pubblico, e l’obiettivo è quello di riaprire entro le festività natalizie e accogliere in una veste nuova i turisti che sceglieranno il capoluogo ligure come destinazione delle vacanze di fine anno. La gestione, invece, non cambierà, e rimarrà alla Società Costa Edutainment, la stessa che c’è dietro un altro simbolo e attrazione turistica genovese, il vicino Acquario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento