rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Molestie a bambine in un asilo della Foce, bidello condannato a 6 anni in appello

L'uomo, sessant'anni all'epoca dei fatti, è stato condannato con l'accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di 5 bimbe

I giudici della Corte d’Appello di Genova hanno condannato a 6 anni e e 8 mesi di reclusione il bidello sessantenne che nel 2013 era stato accusato di violenza sessuale ai danni di alcune bimbe tra i 4 e i 5 anni d'età, alunne di una scuola materna comunale della Foce.

L’uomo, difeso dall’avvocato Riccardo La Monaca, era stato incastrato da due video ripresi da alcune telecamere installate dalla polizia nei bagni dell’asilo. A sporgere denuncia erano stati i genitori, dopo che le piccole avevano raccontato di essere state oggetto di attenzioni sgradite e comportamenti molesti da parte del bidello sessantenne, il cui compito era proprio accompagnare le bimbe al bagno.

In primo grado l’uomo era stato assolto, in quanto il giudice aveva ritenuto che le immagini del video potessero essere “suscettibili di altre interpretazioni”, ma la Corte d’Appello ha dato ragione al sostituto procuratore generale Antonio Lucisano, condannato il bidello a 6 anni e 8 mesi di carcere per violenza sessuale aggravata su 5 bambine.

Nel corso della stessa udienza, i giudici hanno accordato alle famiglie (difesi dagli avvocati Simone Vernazza, Silvia Rocca, Claudio Marinelli, Graziella Delfino e Silvia Morini) 10mila euro di provvisionale a genitore, mentre al Comune di Genova, che si era costituto parte civile, è stata accordato un risarcimento danni di 39mila euro.

Le motivazioni della sentenza verranno diffuse entro 90 giorni. Non è escluso che l’uomo decida di rivolgersi alla Cassazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie a bambine in un asilo della Foce, bidello condannato a 6 anni in appello

GenovaToday è in caricamento