Beni confiscati alla mafia, Salvini: «Entro un mese il bando»

Dopo la denuncia di Libera e il servizio de 'Le Iene', qualcosa sembra muoversi per assegnare i locali, confiscati nel centro storico alla famiglia Canfarotta

Qualcosa sembra finalmente muoversi per quanto riguarda i bandi per l'assegnazione dei beni confiscati alla famiglia Canfarotta, il più ingente sequestro alla criminalità organizzata avvenuto nel Nord Ovest.

«Mi risulta che grazie all'incredibile lavoro del Comune e al contributo della Regione, entro un mese, ci sarà la dichiarazione di interesse per i bandi che riguardano almeno 60 degli 80 immobili da parte di realtà del terzo settore, associative e cittadine», ha detto ieri il ministro dell'Interno Matteo Salvini a Genova durante la conferenza stampa in prefettura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Alcuni immobili - ha aggiunto Salvini - hanno bisogno di notevoli investimenti per essere rimessi a posto, però mi sono impegnato a tornare a maggio a fare due passi nel centro storico di Genova. Lo avevo promesso al sindaco quando venne eletto. Due passi in serenità da cittadino, da turista qualunque che avrà l'incredibile gioia di vedere almeno i primi di queste decine di immobili fermi e bloccati da anni, utilizzati per un'economia alternativa, con circuiti economici particolari, riconsegnati alla collettività».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Derubato tre volte in una notte, l'ultimo ladro lo abbraccia per 'consolarlo'

  • Autostrade, concluse le ispezioni nelle gallerie; diventano gratis 150 km

  • Lite fra sorelle, la polizia scopre piante di marijuana nell'orto

  • Previsioni traffico estate 2020, un solo giorno da bollino nero

  • Inaugurato il nuovo ponte di Genova, fra «orgoglio e commozione»

  • Avvinghiati a terra in un lago di sangue, divisi con lo spray al peperoncino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento