Cronaca

Genovese morta a Londra, il padre scrive ad Alfano: «Non dimenticatevi di Bibi»

Claudio Podestà firma una missiva per il ministro degli Esteri per chiedere di accelerare i tempi dell'inchiesta, dopo le mancate risposte ottenute dal consolato italiano a Londra

«Non dimenticatevi di Bibi»: si può riassumere così l’appello che Claudio Podestà, papà di Benedetta, la 18enne morta a Londra lo scorso 28 aprile, ha lanciato alle istituzioni italiane, scrivendo di suo pugno una lettera per il ministro degli Esteri Angelino Alfano.

Benedetta era stato trovata priva di vita nel suo appartamento londinese dopo giorni in cui non si era presentata al lavoro e non aveva dato notizie ai genitori in Italia. La madre, preoccupata, aveva contattato tutti i conoscenti sino a quando non era riuscita a trovare un’amica che era passata a controllare facendo la tragica scoperta. Tiziana Accardo e Claudio Podesta, i genitori di Bibi - così era conosciuta e amata da chi le voleva bene - si erano subito mobilitati per chiedere approfondimenti e sapere esattamente che cosa fosse successo alla figlia, domande a oggi ancora senza risposta.

Da qui la decisione di Podestà di scrivere ad Alfano: secondo l’esame del coroner inglese Benedetta sarebbe stata stroncata da un malore, ipotesi che sembrerebbe confermata anche dal fatto che, nei giorni precedenti alla morte, la giovane aveva lamentato forte mal di testa e un malessere generale. Ancora poco chiara, però, la causa esatta: «Ho contattato la funzionaria del consolato italiano e mi ha risposto “Sa quanti casi di decessi di ragazzi italiani abbiamo ogni anno a Londra, non possiamo seguirli tutti” - ha raccontato Podestà alle agenzie - Una risposta inaccettabile». 

Attestato ormai che non si tratterebbe di morte violenta, restano comunque molti altri aspetti da chiarire nella scomparsa di Benedetta, che a Londra aveva cercato la sua strada, come molti altri giovani di oggi, trovando lavoro in un pub e dandosi da fare per imparare al meglio la lingua. La richiesta dei genitori è quindi quella di accelerare i tempi dell’inchiesta, «per fare in modo che altri genitori come noi non debbano subire oltre al grave lutto un totale oblio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genovese morta a Londra, il padre scrive ad Alfano: «Non dimenticatevi di Bibi»

GenovaToday è in caricamento