rotate-mobile
Cronaca Bolzaneto / Via Felice Maritano

Begato, sgombrati 8 alloggi occupati abusivamente

Piciocchi e Garassino: «Sostituiremo immediatamente gli abusivi che abbiamo sgomberato con cittadini in graduatoria». E il M5S avvia un tavolo sull'edilizia popolare

Nelle giornate di giovedì 26 e venerdì 27 luglio la Polizia Locale - coadiuvata da tecnici di Arte e da tecnici comunali - ha effettuato 8 sgomberi di alloggi occupati abusivamente nel quartiere di Begato.

Gli sgomberi

Sono stati infatti complessivamente 8 gli appartamenti liberati da occupanti che abitavano in locali di Edilizia Residenziale Pubblica senza averne titolo, essendo privi del necessario contratto di assegnazione.

Al loro interno sono state identificate e allontanate quattro persone, denunciate per occupazione abusiva e furto di energia.

«Sostituiremo gli abusivi con cittadini in graduatoria»

«Abbiamo finalmente avviato un'azione che i cittadini onesti aspettavano da troppo tempo – dichiarano Pietro Piciocchi e Stefano Garassino, assessori rispettivamente al Politiche Abitative e alla Sicurezza del Comune di Genova –. Lo avevamo detto a Begato la scorsa settimana e lo abbiamo fatto. Vogliamo riportare ordine e sicurezza nei quartieri. Tutti devono sapere e vedere che le Istituzioni non abbandonano il nostro territorio. Sostituiremo immediatamente gli abusivi che abbiamo sgomberato con cittadini in graduatoria che hanno diritto ad abitare in quegli alloggi. Questa decisa iniziativa dimostra anche il ritrovato spirito di collaborazione sinergica tra Comune di Genova e Arte nell’affrontare le situazioni critiche legate all’edilizia residenziale pubblica».

Alla ricerca di una nuova prospettiva per Begato

Si tratta di una delle azioni che vengono portate avanti congiuntamente da Comune di Genova e Regione Liguria per dare una nuova prospettiva al quartiere di Begato in Valpolcevera. Azioni non soltanto di contrasto all’abusivismo abitativo, ma che vanno da interventi più generali sulla sicurezza a progetti sociali che coinvolgono gli abitanti del quartiere.

«Per noi la sicurezza dei cittadini è fondamentale – sottolinea Marco Scajola, assessore regionale alle Politiche abitative – e con questa collaborazione con Comune e con tutte le realtà direttamente interessate, vogliamo fare in modo che i quartieri siano costantemente vigilati e che i cittadini possano sentire vicina la presenza delle istituzioni e della legalità».

Il M5S avvia un osservatorio sull'edilizia popolare e il degrado nei quartieri collinari

Si è tenuto anche il primo incontro dell’osservatorio permanente del MoVimento 5 Stelle sull’edilizia popolare e sul degrado nei quartieri collinari genovesi. Alla riunione erano presenti la consigliera regionale M5S Alice Salvatore, i colleghi comunali Stefano Giordano e Maria Tini, oltre ai portavoce dei singoli municipi coinvolti: Elisa Lanari e Anna Giordano (Municipio Val Polcevera), Massimiliano Lucente (Municipio Centro Est), Michele Colnaghi e Laura Risso (Municipio Centro Ovest), Roberto Scibetta (Municipio Medio-Ponente), Lara Delpino (Municipio Media Val Bisagno), Massimo Currò e Fabio Gabutti (Municipio Ponente), Laura Serpe (Municipio Bassa Val Bisagno), Gilberto Repetto e Stefania Giovinazzo (Municipio Levante) e Alessandro Pierandrei (Municipio Medio-Levante).

«Il primo impegno ufficiale è quello di realizzare un censimento di tutti gli appartamenti sfitti di Arte Genova, in modo da poter avere un quadro chiaro e dettagliato sull’edilizia popolare– spiegano i portavoce M5S – È curioso che, ad oggi, non esista ancora un censimento ufficiale sugli appartamenti liberi, se pensiamo alle liste infinite e ai tempi di attesa biblici per vedersi assegnato un alloggio da parte di migliaia di famiglie in difficoltà. Una lacuna che va al più presto colmata e da cui abbiamo scelto di partire per poter individuare criticità e soluzioni».

Il prossimo tavolo, che viene convocato con cadenza bimestrale, è già stato fissato per il prossimo 27 settembre.

Per info e segnalazioni da parte della cittaddinanza, é possibile contattare (da lunedì a venerdì) il numero 0105572685 o scrivere all’indirizzo info.m5s.liguria@gmail.com.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Begato, sgombrati 8 alloggi occupati abusivamente

GenovaToday è in caricamento