Cronaca Begato

Begato, allarme rifiuti ingombranti e pericolosi abbandonati

A denunciare la situazione di degrado in via Brocchi è Mirko Carissimo, consigliere municipale per il Movimento 5 Stelle in Valpolcevera

Dai materassi alle bombole del gas, ma anche mobili vecchi, pneumatici e pezzi di automobili e motorini abbandonati. Succede a Begato in via Brocchi 13 sotto un portico nei pressi dell'ingresso pedonale del palazzo, ma rifiuti ingombranti si trovano anche in altre vie del quartiere come via Maritano, via Sbarbaro e via Cechov.  A denunciare la situazione Mirko Carissimo, consigliere municipale per il Movimento 5 Stelle in Valpolcevera, che ha segnalato le situazioni critiche anche attraverso il portale “SegnalaCi” del Comune di Genova. 

«La demolizione della Diga sicuramente è un atto necessario e positivo per il quartiere – sottolinea Carissimo-, ma il decoro e la riqualifica della zona non può limitarsi all’abbattimento di uno stabile se poi tutto ciò che ruota intorno  rimane “dimenticato” e privo di dignità».

«Questo - aggiunge il consigliere municipale - per chiarire che i palazzi circostanti, e penso ad esempio a via Sbarbaro e a via Cechov, si trovano spesso in situazioni di difficoltà e pericolo dovuto alla  non cura degli spazi comuni e al lascito di materiale vario presso i palazzi. I cittadini che abitano in queste vie spesso segnalano e denunciano le situazioni di difficoltà e pericolo, ma si sentono abbandonati. Tra gli esempi più eclatanti la situazione del parcheggio di una “eccellenza del quartiere” come la casetta ambientale di via Maritano, che è diventato un tappeto di rifiuti limitandone la possibilità di utilizzo». 

La situazione più preoccupante, spiega ancora Mirko Carissimo, è quella relativa a un palazzo di via Brocchi, al civico 13: «Qui la situazione è disastrosa: vicino all’ingresso pedonale del fabbricato è presente un portico, il quale di fatto potrebbe offrire posti auto ai condomini ma che purtroppo è inagibile a causa degli innumerevoli rifiuti ingombranti abbandonati, alcuni anche altamente infiammabili e quindi estremamente pericolosi in caso di incendio. A fronte di tutto questo tengo a precisare che tutto il quartiere ha caratteristiche che se curate lo renderebbero un’area fortemente sana per viverci; di fatto in tutta la zona, nonostante l’innumerevole cemento, sono presenti anche ampi spazi verdi e realtà associative e di incontro che fanno si che l’unione tra i cittadini vada oltre i disagi presenti. Servirebbe un po' più di cura e una maggiore attenzione da parte di tutti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Begato, allarme rifiuti ingombranti e pericolosi abbandonati

GenovaToday è in caricamento