rotate-mobile
Cronaca Begato / Via Ai Piani di Fregoso

Begato, volontari si prendono cura del bosco: "Da una montagna di rovi e spazzatura a un'area giochi"

Tre famiglie a ottobre 2021 hanno cominciato a ripulire un'area abbandonata da decenni, al termine della bonifica hanno cominciato a renderla fruibile per grandi e piccini: "Abbiamo realizzato due panchine in legno, messo una casetta per gli uccellini e un gioco, ma siamo solo all'inizio"

Una bella storia di impegno civico e volontariato per restituire alla collettività un'area abbandonata da decenni, nel più totale degrado. I protagonisti sono alcuni cittadini residenti nel paese di Begato, che a ottobre 2021 hanno cominciato a trasformare una piana del bosco in un'area per giochi e ristoro. Si tratta di uno spiazzo che si incontra dopo essersi inoltrati lungo il percorso che affianca le case dei Piani di Fregoso in direzione di Begato e può essere raggiunto anche dall'omonimo  quartiere. Quando inizia la discesa verso il ponte da attraversare per giungere al paese, si trova una breve deviazione in salita che porta in questo luogo, dimenticato per decenni. Cimitero dismesso negli anni '50, poi area abbandonata dove pare abbia vissuto un 'eremita', nel corso degli anni è però diventata una montagna di rovi e spazzatura, all'interno si trova anche un'antica cappella, completamente degradata. 

Martina e Matteo, una coppia che vive in zona con due bambini, ha deciso di prendere in mano la situazione e ha coinvolto alcuni vicini: altre due famiglie con un totale di altre tre bimbi. A ottobre 2021 sono così cominciate le operazioni di pulizia, al termine delle quali il gruppo di volontari ha deciso di cominciare a realizzare un'area fruibile, un lungo lavoro che ha però già dato i suoi frutti. "Benvenuto - si legge nel cartello che hanno appeso - qui stiamo cercando di creare un luogo dove i bambini possano giocare sereni, ma non solo, anche un luogo di incontro e di relax per chiunque passi. Abbiatene cura".

Martina racconta a Genova Today: "Vogliamo trasformare questa piana nel bosco in un'area dedicata a bambini e ragazzi, rendendola fruibile anche per coloro che vengono a passeggiare in zona, chi con il cane, chi a cercare castagne. Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo ripulito tutto, poi abbiamo inserito i primi elementi. Mio marito Matteo ha realizzato due panchine in legno che sono già state posizionate nell'area, i nostri vicini hanno portato un gioco per bambini ed è stata posizionata anche una ciotola per l'acqua dei cani, l'idea è comunque quella di realizzare, compatibilmente con il lavoro e gli impegni quotidiani di tutti noi, un'area con poca plastica e tanti elementi realizzati con gli elementi del bosco, a partire dal legno".

"In questa operazione - prosegue Martina - è stato importante anche l'aiuto che abbiamo ricevuto da Agostino Barletta, uno dei fondatori dell'associazione 'Il giardino dell'erba voglio', che ci ha aiutato con materiali e attrezzi. Grazie a lui abbiamo anche installato una piccola casa per gli uccellini e tra le idee che abbiamo per sviluppare ulteriormente il progetto c'è anche quella di mettere una pedana per il birdwatching. I prossimi passi, comunque, saranno la realizzazione di una staccionata in legno per recintare l'area e mettere una catena o qualcosa che impedisca l'accesso all'antica cappella perché all'interno è piena di calcinacci che cadono dal soffitto. Sarebbe bello pensare anche a un restauro, ma non sarà facile. Abbiamo chiesto al Comune se fosse possibile avere un aiuto, ma l'area sembrerebbe di proprietà del Demanio, ci stiamo organizzando per capire se sia possibile chiedere 'ufficialmente' la gestione".

"Piano piano - conclude - ci godiamo comunque i nostri progressi, da uno spiazzo abbandonato ricoperto di rovi e spazzatura abbiamo ora una piana con panchine e qualche gioco. Sarà un lavoro molto lungo, ma vogliamo restituire ai nostri figli quello che queste zone hanno rappresentato per i loro padri e nonni, educandoli al rispetto dell'ambiente e all'impegno civico. La voglia è tanta, ma siamo in pochi, ci dedichiamo a questo progetto nel tempo libero". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Begato, volontari si prendono cura del bosco: "Da una montagna di rovi e spazzatura a un'area giochi"

GenovaToday è in caricamento