Frana di Bavari, mesi per la messa in sicurezza definitiva

«Prevediamo di completare i lavori di retatura dell'ammasso roccioso instabile entro metà febbraio 2020, mentre l'installazione della barriera paramassi potrà completarsi tra la metà e la fine di maggio 2020». Così l'assessore Piciocchi

Procedono i lavori sulla frana di Bavari, che lo scorso 29 novembre ha interessato l'area immediatamente a ovest dei campi sportivi e a sud di due civici di via Livello. I sopralluoghi realizzati subito dopo l'evento franoso avevano evidenziato la presenza di massi e fronti rocciosi in precarie condizioni di stabilità sia a sud che a nord della frana.

Martedì 21 gennaio sono stati trasportati sul versante con un elicottero i materiali necessari alla retatura dell'ammasso roccioso instabile. L'intervento è necessario per la completa messa in sicurezza dell'area della frana.

La rete in filo d'acciaio ad alta resistenza, combinata con opportune chiodature, si affiancherà a una barriera paramassi di nuova generazione (rete metallica a doppia torsione, trattenuta da funi in acciaio ad alta resistenza con dissipatori di energia), disposta trasversalmente al pendio.

«L'intervento, che sta interessando via Livello, il campo sportivo e terreni privati, è importante perché parliamo di una frana che ha provocato un crollo di roccia e detriti su un tratto di versante lungo 95 metri e largo 30 - dichiara l'assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni Pietro Piciocchi -. Stiamo lavorando per la messa in sicurezza dell'intero versante e prevediamo di completare i lavori di retatura dell'ammasso roccioso instabile entro metà febbraio 2020, mentre l'installazione della barriera paramassi, opera complessa, potrà completarsi tra la metà e la fine di maggio 2020».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

Torna su
GenovaToday è in caricamento