Cronaca

Minacce di morte a Bassetti, l'infettivologo torna dalla Digos: «Escalation di contenuti»

Il direttore della Clinica Malattie Infettive dell’ospedale San Martino ha depositato un’integrazione della denuncia già presentata qualche settimana fa: «La situazione sta diventando pesante»

Una «volontà di minacciare e intimidire» che si manifesta con sempre più frequenza e sempre più violenza: vittima l’infettivologo genovese Matte Bassetti, che giovedì mattina ha presentato un’integrazione della denuncia già sporta qualche settimana fa per le minacce di morte ricevute.

Bassetti, assistito dall’avvocato Rachele De Stefanis, negli ultimi giorni ha continuato a ricevere messaggi minatori non solo tramite commenti sui social ma anche via mail, e ha così deciso di rivolgersi alla Digos per far avere agli investigatori il nuovo materiale.

Nei giorni scorsi erano state rintracciate e denunciate proprio dalla Digos due persone, due cinquantenni residenti a Trieste e a Cosenza ritenuti alcuni degli autori delle minacce all’infettivologo. I contenuti e la frequenza dei messaggi, però, invece che calare sembrano crescere.

«Stiamo assistendo ad una escalation sia di contenuti sia di frequenza con cui queste vengono inviate - conferma De Stefanis -  Purtroppo, questi personaggi non si limitano più a commenti sui social ma, ultimamente, è stata presa di mira anche la mail istituzionale assegnata al professore. Continueremo a monitorare ogni singolo account del professore e saremo intransigenti con chiunque sorpassi il confine del lecito».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte a Bassetti, l'infettivologo torna dalla Digos: «Escalation di contenuti»

GenovaToday è in caricamento