menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un bando per rilanciare i Parchi di Nervi, tra eventi e attività all'aperto

Il Comune di Genova ha indetto un concorso finalizzato a raccogliere idee e proposte per valorizzare e promuovere il polmone verde della città, gravemente danneggiato dalla tromba d'aria dell'ottobre 2016

Un bando per rilanciare i parchi di Nervi, polmone verde e patrimonio ambientale e culturale della città, gravemente danneggiato dalla tromba d’aria che vi si è abbattuta lo scorso ottobre devastando sentieri e vegetazione: l’iniziativa arriva dal Comune, che ha deciso di indire un concorso finalizzato a raccogliere idee e proposte per la promozione e la valorizzazione di uno dei luoghi più visitati e amati della città attraverso l'organizzazione di eventi e attività.

Il concorso è pubblico, e aperto ad aziende e associazioni con personalità giuridica e a gruppi di almeno tre persone che si impegnino a costruirne una: scopo ultimo, realizzare eventi e attività pensate per diverse fasce d'etàiche siano incentrate sulla natura, sull’arte, sulle scienze e sulla tradizione, mettendo in risalto il più possibile le potenzialità e le caratteristiche dei Parchi, che comprendono il polo museale che si sviluppa su un percorso di due km, le ville storiche (Villa Groppallo, Villa Saluzzo-Serra, Villa Grimaldi-Fassio), la passeggiata Anita Garibaldi e i giardini botanici.

I progetti saranno suddivisi tra quelli a breve termine e quelli a lungo termine, a seconda delle caratteristiche, dovranno coinvolgere le istituzioni e le associazioni già attive sul territorio e prevedere attività ed eventi da organizzare sia in esterna sia all’interno di edifici tra cui le ex Scuderie di Villa Serra, la Casa del Console o la Palestrina del Ponente di Parco Grimaldi. Requisito fondamentale, il rispetto de, e la capacità da parte dei proponenti di autofinanziarsi, anche attraverso iniziative di fundraising e crowdfunding.

La speranza dell’amministrazione, insomma, è quella di sfruttare sino in fondo il potenziale ancora inespresso dei Parchi, riuscendo a mettere a punto un piano di rilancio senza intaccare troppo lil budget, già debilitato, soprattutto alla luce della stima dei danni - 500mila euro circa - provocati dalla tempesta di vento del 14 ottobre, che aveva abbattuto un centinaio di alberi, sradicato il tetto del Castello, che ospitava la Fondazione Garaventa, e danneggiato i musei.

Le domande dovranno essere presentate entro il 28 febbraio 2017 in una busta indirizzata a Comune di Genova - Direzione Cultura - Palazzo Ducale, piazza Matteotti 9 - 3° piano, oppure consegnati direttamente alla Direzione Cultura con orario 8.30 - 14 da lunedì a venerdì. A valutare i progetti sarà una commissione istituita appositamente e composta dai rappresentanti della Direzione Cultura, da esperti dei settori Musei e Parchi e Ville Storiche, da un rappresentate nel Municipio e da un rappresentante del settore Urbanistica Patrimonio. L’esito, e gli eventuali progetti selezionati, verranno comunicati entro il 30 marzo 2017.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento