Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Chiavari / Piazza Beato Giovanni Paolo II

Chiavari, il Comune promuove la "Banca del Tempo"

La Banca del Tempo è un luogo, fisico e virtuale, nel quale si predispongono attività di mutuo-aiuto in svariati ambiti. La sede è il Circolo Pescatori Dilettanti di Piazza Beato Giovanni Paolo II a Chiavari

 

Il Comune di Chiavari, con l’Assessorato ai Servizi Sociali coordinato dalla Dott. Valeria Leoni, prosegue nel progetto “La Banca del Tempo”. Si tratta di una iniziativa il cui intento è quello di ottimizzare l’uso del tempo e favorire il benessere delle persone, mediante la solidarietà sociale e il mutuo aiuto. «In particolare - afferma l’assessore Valeria Leoni - si è ravvisata l’urgenza di agire nell’ambito scolastico sia della prima infanzia sia della scuola media, per coordinare e armonizzare i tempi sociali con quelli individuali, gli orari della scuola specialmente, quelli del mattino e dei compiti scolastici pomeridiani, con quelli lavorativi  dei genitori, i tempi per la conduzione familiare con quelli per la cura della persona, e dei rapporti sociali».

La Banca del Tempo è un luogo, fisico e virtuale, nel quale si predispongono attività di mutuo-aiuto in svariati ambiti, «tra i quali ricordiamo le prestazioni relative alla vita quotidiana: la spesa, le pratiche burocratiche, la cura dei bambini e degli anziani, piccoli lavori domestici e di manutenzione, il giardinaggio oppure lo scambio/baratto delle conoscenze che il gruppo-classe o le singole persone possiedono: ad esempio lingue, informatica, nozioni giuridiche e tutto quello che può essere messo a disposizione in termini di conoscenza». La sede è il Circolo Pescatori Dilettanti di Piazza Beato Giovanni Paolo II, 1 (tel. 0185 301824). Gli scambi avvengono senza circolazione di denaro, essendo la valuta misurabile solo in unità di tempo. La Banca del Tempo si avvale del conto corrente informatico (Internet: www.chiavarintempo.it) dove i correntisti, cittadini e cittadine, mediante un libretto di assegni on-line, potranno “pagare” le prestazioni ricevute. «Iscriversi alla Banca del Tempo - prosegue l’assessore Valeria Leoni - significa entrare a far parte di una comunità di cittadini e avrà come effetto non secondario la creazione di nuove relazioni sociali, basate sulla fiducia e la reciprocità e produrrà un notevole incremento dei rapporti di buon vicinato». La Banca del Tempo, in ultima analisi abbattendo eventuali barriere economico-sociali, educa alla cultura della solidarietà, promuovendo l’individuo nelle sue peculiarità e, partendo dalla soddisfazione di bisogni materiali, crea una socialità virtuosa.

Maggiori particolari, e il modulo di iscrizione sono reperibili nel sito dedicato: www.chiavarintempo.it/la_nostra_banca_del_tempo.axd

LA STORIA

La Banca del Tempo è rappresentata da gruppi di persone che si auto-organizzano e si scambiano tempo per aiutarsi; sono luoghi, fisici e virtuali, nei quali si predispongono attività di mutuo-aiuto. La Banca del Tempo ripropone e valorizza, in forma nuova e più estesa, i rapporti di buon vicinato, offre la possibilità di conoscersi e scambiarsi servizi che riguardano la vita quotidiana delle persone. La Banca del Tempo rappresenta non soltanto uno strumento di gestione delle disponibilità di lavoro da parte dei soggetti, ma anche un mezzo di educazione sociale sul valore del tempo. La Banca del Tempo offre la possibilità di scambiarsi servizi e prestazioni alla pari, senza differenza tra professionalità e senza circolazione di denaro: il valore è infatti dato solo e unicamente dal tempo. La Banca, quindi, oltre a offrire l’opportunità di risolvere problemi di ordine materiale e personale, crea le condizioni per avviare e consolidare relazioni di amicizia, per combattere l’esclusione sociale e la solitudine, per dare a ciascun individuo una motivazione affettiva ed ideale per promuovere una cultura della solidarietà. Siamo di fronte, dunque, a un luogo dove si depositano e ritirano alla pari unità di tempo senza l’ingresso nella transazione del denaro.

La Banca del Tempo “Chiavari In-Tempo” ha l’obiettivo di creare una forte interazione tra scuola, alunni e genitori; vi è l’idea della complementarietà tra quanto diversi agenti sanno/possono offrire e le politiche educative della scuola, nonché un mutuo-aiuto nella gestione delle attività familiari con obiettivi di miglioramento della socializzazione tra i partecipanti. La nostra Banca del Tempo deve, pertanto, intendersi come un luogo di scambi da effettuarsi sia all’interno del gruppo-classe, sia tra la scuola e la società complessivamente considerata. Così come già sperimentato in altre Regioni italiane, il fatto che lo scambio avvenga alla pari tra i diversi soggetti, educa i ragazzi a dare unicamente importanza alla persona e a quello che sa fare e dare, senza nessun’altra complicazione propria della nostra società, soprattutto dal punto di vista economico. La parità dei soggetti che aderiscono, i quali sono contemporaneamente portatori di risorse e istanze, rappresenta senza dubbio un aspetto educativo importante foriero di un aumento dei livelli di cooperazione, reciprocità e impegno civico.

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Circolo Pescatori Dilettanti

Piazza Beato Giovanni Paolo II, 1

Tel. 0185 301824

Orari Segreteria: il martedì e il mercoledì dalle ore 15 alle ore 17, il giovedì dalle ore 11 alle ore 12

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiavari, il Comune promuove la "Banca del Tempo"

GenovaToday è in caricamento