menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serata di tensione a Voltri: uomo rapisce il figlio appena nato, arrestato

L'uomo si era introdotto in ospedale per portare via il neonato di appena 3 giorni, facendosi largo a suon di spinte, calci e pugni. Dopo le ricerche della Polizia di Stato è stato ritrovato con il bambino nella vecchia stazione

Si era introdotto nell'ospedale di Voltri per portare via suo figlio - appena nato - con la forza, facendosi largo a suon di spinte, calci e pugni. Per questo, un ragazzo di 27 anni originario della Tunisia, con numerosi precedenti penali, è stato arrestato ieri sera dalla Polizia di Stato. Le accuse sono gravi: sequestro di persona, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.

È andata così: l'uomo, padre di un bimbo nato da appena tre giorni, ma già affidato ai servizi sociali, nel pomeriggio si era recato presso la nursery dell’ospedale dove la compagna aveva partorito, pretendendo di prelevare il figlio.

Medici ed infermieri si sono immediatamente opposti suscitando l’ira dell'uomo che, prima di riuscire a fuggire con il neonato, ha preso a calci e pugni la porta del reparto e aggredito un’infermiera che aveva tentato di bloccarlo, procurandole lesioni giudicate guaribili in 5 giorni.

La Polizia, poco più tardi, è riuscita a individuare per strada, in via Camozzini, la puerpera, una cittadina cilena di 34 anni che, in evidente stato d’agitazione, si era messa all’inseguimento del compagno. Gli agenti, dopo aver fatto salire la donna sull’autovettura di servizio, hanno iniziato le ricerche in zona.

Pochi minuti dopo, una ragazza ha contattato il 113 riferendo di aver notato un uomo con in braccio un neonato nudo, avvolto in un lenzuolo, dirigersi verso il binario 1 tronco della vecchia stazione di Voltri.

I poliziotti, senza mai perdere il contatto con la cittadina, hanno guidato fino al luogo indicato, e frattempo sono stati fermati da una donna, che si è qualificata come zia del tunisino, che ha confermato la presenza del nipote all’interno della stazione e si è offerta di accompagnarli.

Il ricercato, effettivamente rintracciato nei pressi del binario 1 tronco, ha dapprima mostrato un atteggiamento collaborativo consegnando il neonato alla zia, per poi dare in escandescenze opponendo estrema resistenza all’arresto

Madre e neonato sono stati ricondotti presso il nosocomio di Voltri, dove personale medico ha immediatamente visitato il piccolo che, pur respirando non reagiva agli stimoli. Il tempestivo intervento degli operatori ha consentito l’immediato soccorso del neonato che e’ tutt’ora ricoverato in buone condizioni di salute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento