Giallo di Neirone: badante aggredita, pensionato condannato a 9 anni per tentato omicidio

Ma il legale di Giuseppe Bacigalupo presenterà ricorso in appello

Nove anni di reclusione, a fronte di una richiesta di 14 anni da parte del pm: è la condanna inflitta dal tribunale di Genova nei confronti di Giuseppe Bacigalupo, 82 anni, in precedenza sottoposto all'obbligo di dimora nella sua abitazione, ma il tribunale per il riesame ha revocato la misura cautelare. 

L'anziano, secondo i giudici, il 22 marzo 2015 aveva aggredito con un piede di porco una vedova siciliana di 57 anni che gli faceva da badante, causandole lesioni alla testa e alla schiena.

Maria Satera era rimasta vedova da alcuni mesi dopo il suicidio del marito. Aveva poi deciso di lasciare la casa di Bargagli per trasferirsi nell'abitazione dell'anziano, a Neirone in località Cravaria. Sulla vicenda erano poi emersi altri dettagli relativi a un legame sentimentale fra i due

Ma il legale dell'uomo ha fatto sapere che ricorrerà in appello, sostenendo l'innocenza del suo assistito: a supporto della tesi difensiva anche il fatto che la badante non sia stata in grado di identificare il suo aggressore, dato che fu aggredita alle spalle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Europa, identificate le due vittime

  • Corso Europa, auto si ribalta e prende fuoco: due morti

  • Dopo vent'anni di attività chiude Foot Locker

  • I migliori ristoranti sushi all-you-can-eat di Genova: la guida 2020

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Aggredita e rapinata da tre giovani mentre rientra a casa

Torna su
GenovaToday è in caricamento