menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La madre muore nel 2005, ma lui ritira la pensione fino al 2011

Avvocato indagato dalla procura di Genova per truffa ai danni della cassa previdenziale. R. B., legale di 72 anni, non avrebbe denunciato decesso e avrebbe così sottratto indebitamente 65 mila euro

La procura di Genova ha aperto un'inchiesta a carico di un avvocato genovese di 72 anni, R. B., accusato di truffa ai danni della cassa previdenziale forense. L'uomo avrebbe intascato per quasi sei anni, dal 2005 al 201, la pensione di reversibilità della mamma morta per un ammontare complessivo di 65 mila euro.

Secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini, la donna era titolare della pensione di reversivibilità del marito, avvocato deceduto nel 1993. Dal 1997 l'anziana aveva accusato problemi di salute e aveva nominato il figlio come procuratore per ritirare la pensione.


Nel 2005, la donna era morta ma il figlio non ha denunciato il decesso alla cassa previdenziale. Così, fino al 2011, l'uomo ha ritirato la pensione che spettava alla madre truffando l'ente previdenziale. L'indagine è scattata dopo una serie di controlli da parte dello stesso ente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento