I piani di Autostrade per la Liguria, Gronda e ammodernamento di gallerie e viadotti

Al via una nuova fase di interventi di adeguamento e ammodernamento della rete autostradale ligure gestita da Autostrade. Il piano è stato presentato al ministero

Venerdì 16 ottobre 2020 nel corso di una riunione in videoconferenza con ministero dei Trasporti, Regione Liguria e Comune di Genova, Autostrade ha presentato il piano decennale per la riqualificazione della rete e le nuove opere fra cui la Gronda e il raddoppio dell'autostrada nel tratto genovese di ponente.

Inoltre è stata illustrata la nuova fase di interventi di adeguamento e ammodernamento della rete autostradale ligure gestita da Autostrade. I nuovi standard normativi - precisa la società in una nota - vanno oltre l’esame del semplice stato conservativo e si concentrano sulla verifica della robustezza delle opere in esercizio rispetto ai requisiti oggi richiesti per quelle di nuova progettazione, favorendo così interventi utili a determinare un aumento dei livelli di sicurezza originari e un rinnovo del ciclo di vita dell’infrastruttura.

È già prevista per martedì prossimo una prima riunione di coordinamento operativo e viabilistico con la Prefettura di Genova in cui verranno illustrate le tipologie di infrastrutture che saranno interessate dagli interventi di adeguamento (gallerie, ponti e viadotti, barriere di sicurezza e integrate antirumore) e le soluzioni di cantierizzazione previste per l’esecuzione dei lavori (periodo, tipo di segnaletica, arco orario interessato). Ogni due-tre mesi la pianificazione sarà aggiornata con i dettagli dei cantieri previsti nel breve periodo e con eventuali ottimizzazioni degli impegni a più lunga scadenza, sulla base delle soluzioni progettuali definite nel frattempo.

Queste le principali attività che saranno svolte, allo scopo di realizzare un generale e significativo ammodernamento delle infrastrutture autostradali liguri: assessment e lavori di manutenzione e adeguamento delle gallerie; riqualifica e/o sostituzione delle barriere autostradali (bo do ponte, integrate, acustiche), manutenzione e adeguamento di ponti e viadotti.

La pianificazione - fa sapere Autostrade -, sviluppata su base trimestrale, avrà l’obiettivo di individuare le soluzioni più efficaci per minimizzare l’effetto dei cantieri sulla viabilità, cercando di garantire tempi di percorrenza congruenti rispetto alle medie storiche delle tratte interessate. Tale pianificazione sarà declinata, di volta in volta, sulla base delle esigenze operative dei singoli interventi e delle aree interessate. In linea generale i lavori saranno svolti, laddove possibile, privilegiando la fascia notturna (dalle 22.00 alle 6.00), ed escludendo tutti i fine settimana. Sulle tratte dove sarà necessario chiudere i fornici per l’intero arco delle 24 ore, installando quindi dei by-pass per non interrompere la viabilità, è previsto che non venga superata la presenza contestuale di cinque scambi di carreggiata complessivi su ciascuna della quattro autostrade e per un percorso di massimo cinque chilometri. Sulla A12, è prevista inoltre la possibilità di aggiungere una corsia supplementare interna al cantiere nelle due ore di punta del traffico pendolare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli scambi saranno rimossi dalle ore 6 del venerdì fino alle ore 22 di domenica, mentre tutti i lavori ad elevato impatto sul traffico saranno sospesi nel mese di dicembre, a partire dal ponte dell’Immacolata. Questo criterio di attenzione alla viabilità verrà attiva o per ogni periodo di festività nei mesi a venire, così da consentire il corretto flusso di veicoli su tutte le corsie disponibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accensione riscadamento 2020: a Genova i termosifoni si accendono dal 14 ottobre

  • Coronavirus: chiusi h24 e sale giochi in tutta la città, i provvedimenti per le zone "rosse"

  • Coronavirus, in arrivo la nuova ordinanza per Genova

  • Covid: i confini delle nuove "zone rosse" di Genova, strada per strada, e cosa è vietato fare

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Coronavirus: in arrivo un nuovo Dpcm, sembra escluso il 'coprifuoco'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento